Cerca
Back Torna agli articoli
Share Save
Allergia al cane: sintomi, rimedi e terapie consigliate
L’allergia al pelo del cane è molto diffusa nella popolazione: del resto, i cani sono i migliori amici degli uomini e non è infrequente che amici e parenti ne abbiano uno in casa. Purtroppo, però, questo può scatenare in alcuni soggetti una serie fastidiosa di sintomi associati a una reazione allergica.
Il pelo e le cellule epiteliali che ciascun cane perde ogni giorno nel suo naturale ciclo biologico rappresentano gli agenti che più comunemente scatenano allergie. Possono facilmente ritrovarsi attaccati agli abiti e restarvi anche per alcuni giorni, motivo per cui i sintomi allergici possono presentarsi anche in assenza del cane.
Anche la saliva o l’urina del cane possono contenere sostanze allergizzanti come è stato recentemente riportato in alcuni studi scientifici condotti dall’Università del Colorado; questi allergeni possono infatti contaminare il pelo dopo che il cane si è leccato, o nell’atto dei suoi bisogni.

Quali sono i sintomi dell’allergia al pelo del cane?

I sintomi che si possono presentare in caso di allergia al pelo del cane sono:

 

  • prurito nasale, oculare o al palato;
  • secrezioni nasali in assenza di infezioni virali e/o batteriche;
  • arrossamento oculare associato a lacrimazione incontrollabile;
  • starnuti frequenti;
  • tosse stizzosa senza apparenti infezioni virali e/o batteriche;
  • attacco di asma (che di solito si presenta con difficoltà nella respirazione/respiro sibilante associati o meno a senso di oppressione al petto);
  • dermatiti con vari quadri di presentazione (orticaria, arrossamenti cutanei e/o pomfi pruriginosi).
.

Allergia al pelo del cane: rimedi e terapie consigliate

Quando, di fronte a questi sintomi, sospettiamo di essere allergici al pelo del cane, è sempre opportuno recarsi in prima battuta dal proprio medico curante o da uno specialista allergologo che sapranno indirizzare al meglio verso una serie di esami che accerteranno l’effettiva diagnosi di allergia; successivamente, si potrà procedere verso alcune semplici indicazioni per il trattamento di tali sintomi.
Per contrastare i sintomi allergici, di solito vengono impiegati farmaci antistaminici e/o cortisonici per uso topico che possono essere utilizzati all’occorrenza; solo nei casi di una sintomatologia più diffusa si può ricorrere a questi principi attivi in formulazioni per via orale. In ogni caso, dopo la risoluzione degli attacchi di allergia al pelo del cane, per prevenirne altri è utile:

 

  • evitare il contatto diretto con il pelo del cane;
  • limitare l’accesso dei cani in alcune stanze della casa dove più facilmente si possono accumulare i peli (es. camere da letto e/o salotti con divani, poltrone, pouf);
  • lavarsi accuratamente le mani con sapone dopo aver accarezzato un cane.

L’allergia al pelo del cane si può presentare in qualsiasi periodo dell’anno anche se si rileva con maggior frequenza nei cambi di stagione tra primavera ed estate, quando i cani tendono a perdere più pelo e cellule epiteliali.
Come ogni allergia, anche quella al pelo del cane risulta fastidiosa, oltre a essere piuttosto frequente; non deve tuttavia allarmare chi ne è colpito, poiché può essere trattata facilmente e risolta nella maggior parte dei casi senza lasciare nessuna sequela. L’allergia al pelo del cane si può prevenire e si può far fronte ad eventuali attacchi allergici con semplici rimedi in modo da rendere questa comune patologia più sopportabile.

Fonti

  • Chan, Sk, et al., Dog and Cat Allergies: Current State of Diagnostic Approaches and Challenges, Allergy Asthma Immunol Res, volume 10, issue 2, pages 97–105, 2018.

    https://doi.org/10.4168/aair.2018.10.2.97
Ultimo aggiornamento:20-04-2020

Ultimi articoli pubblicati