Cerca
Back Torna agli articoli
Share Save
Dolore al seno: cause e sindrome premestruale

Il dolore al seno, noto anche come mastalgia o mastodinia, colpisce gran parte delle donne a un certo punto della vita. Può manifestarsi in diverse forme, dal senso di pesantezza, al dolore intenso, alla sensazione di bruciore in ogni parte del seno e delle aree circostanti. Il dolore al seno è un disagio estremamente comune: si stima che 7 donne su 10 abbiano avvertito, almeno in un'occasione, questo tipo di disturbo.

Quali sono le cause del dolore al seno?

Le cause di dolore al seno includono:

  • cambiamenti ormonali legati al ciclo mestruale
  • stato di gravidanza
  • noduli al seno
  • mastite (infiammazione di uno o entrambi i seni, estesa a tutta la mammella)
  • ascesso mammario (infezione con accumulo di pus localizzata solo in un punto della ghiandola mammaria di uno dei seni)
  • lesioni al seno (di qualsiasi origine, traumatica, nevralgica, infiammazione cronica, ecc…)
  • problemi dovuti all’allattamento
  • inconvenienti legati all’assunzione di farmaci
  • tumore al seno (sebbene il dolore non sia frequente).

Come cambia il dolore al seno durante il ciclo mestruale

Il più delle volte, il dolore al seno coincide proprio con il periodo premestruale; in questi casi, la mastodinia si accentua man mano che si avvicina il momento della mestruazione, per regredire progressivamente nei giorni successivi. Si pensa che il cosiddetto dolore al seno "da ciclo" dipenda dalla marcata variazione ormonale tipica del periodo premestruale: il tessuto mammario è infatti estremamente delicato e sensibile alle fluttuazioni ormonali che si verificano ogni mese.

Esistono diversi tipi di dolore al seno

Nella lunga lista dei sintomi caratteristici della sindrome premestruale, il dolore al seno è senza dubbio uno tra i più fastidiosi e invalidanti. In genere, pochi giorni prima dell'arrivo della mestruazione, la mastodinia diviene talmente pesante che anche il semplice e delicato sfioramento della maglietta sulle mammelle può trasformarsi in una vera tortura.
Il tipico dolore mammario legato al ciclo mestruale colpisce in genere entrambi i seni; solitamente, il fastidio viene percepito nella parte alta della mammella, per irradiarsi progressivamente verso la parte interna del braccio. Tra i vari sintomi che caratterizzano questa forma di mastodinia, non possiamo dimenticare l'ingrossamento del seno, talvolta accompagnato dalla formazione di alcune piccole masse più solide (noduli) sul tessuto mammario. Quando si tratta di dolore al seno da ciclo, questi piccoli noduli tendono a sciogliersi nei giorni immediatamente successivi alla mestruazione.
Il dolore al seno può essere peggiorato da alcuni movimenti: molte donne riferiscono un'accentuazione del dolore praticando jogging, durante l'attività sessuale, sollevando scatole ingombranti o, semplicemente, abbracciando un'altra persona.
Il dolore al seno ciclo-indipendente è spesso un sintomo ambiguo, non sempre riconducibile a una causa di facile individuazione. Questo tipo di dolore al seno, inoltre, assume una connotazione differente in base alla causa scatenante e alla percezione soggettiva del dolore.
In funzione dell’agente causale, il dolore al seno può essere intermittente o continuo, mite o acuto, presentarsi sotto forma di fitte o di lieve indolenzimento; inoltre, il disturbo può essere avvertito solo in un seno o in entrambi, e localizzarsi in una precisa zona della mammella o diffondersi anche lungo il braccio.
Fortunatamente, il più delle volte il dolore al seno si rivela una condizione del tutto reversibile nell'arco di pochi giorni. Tuttavia, quando il disturbo diventa piuttosto pesante e fastidioso, i farmaci analgesici possono essere d’aiuto: i FANS sono indicati per sfiammare e alleviare il dolore al seno.
Prima di intraprendere qualsiasi iter terapeutico per il dolore al seno ciclo-indipendente, la donna viene sottoposta ad accertamenti diagnostici specifici, quali in particolare ecografia mammaria e mammografia. Una volta fatta luce sulle cause d'origine, la paziente può seguire una cura farmacologica specifica.
Il dolore al seno correlato al ciclo mestruale non nasconde alcun disturbo patologico e, pur essendo spesso fastidioso e invalidante, non deve destare alcuna preoccupazione.

Fonti

Ultimo aggiornamento:20-05-2020

Ultimi articoli pubblicati