Cerca
Back Torna agli articoli
Share Save
Il formicolio alle gambe: cause e rimedi

In genere, il formicolio alle gambe è un disturbo comune non preoccupante dovuto alla temporanea compressione dei nervi a livello degli arti inferiori che rimangono schiacciati a lungo e di conseguenza si intorpidiscono. Inoltre, la stessa compressione esercitata sui vasi sanguigni del microcircolo può determinare una riduzione di flusso sanguigno all’arto interessato contribuendo ad aggravare il fastidio.
In questo caso il formicolio tende a passare in breve tempo.

Definizione del formicolio alle gambe

Un fastidio che si verifica rimanendo seduti con le gambe incrociate per lungo tempo senza muoverle, è il formicolio alle gambe, che comporta un'alterazione della sensibilità e della funzionalità dell'area interessata ed è spesso associato a un intorpidimento. Il formicolio è chiamato in gergo medico “parestesia” e può essere accompagnato da prurito.
Le persone che soffrono di formicolio alle gambe lamentano spesso intorpidimento o insensibilità agli arti inferiori, che tendono a regredire spontaneamente dopo alcuni secondi o minuti.
Il formicolio alle gambe può essere più o meno intenso e a volte si associa a:

  • dolore
  • intorpidimento
  • diminuzione della sensibilità
  • sensazione di bruciore.

Può succedere che il formicolio si estenda ai piedi. Quando il fastidio risulta persistente è opportuno parlarne col farmacista di fiducia ed effettuare un consulto dal medico.

Le cause del formicolio alle gambe

Come si è anticipato, quando il formicolio a gambe e piedi è passeggero, dipende da uno schiacciamento dei nervi a livello degli arti inferiori. Questo avviene:

  • se si mantiene a lungo una posizione eretta o seduta, oppure
  • se si indossano scarpe troppo strette e tacchi alti. 

Ad esempio, lo stare seduti a gambe incrociate o accavallate per lunghi periodi può generare questo fastidio e portare a una certa insensibilità. Nei casi in cui il formicolio alle gambe si manifesta in maniera continua e non passa, ci possono essere diverse cause e fattori di rischio. Ad esempio, il formicolio alle gambe può essere un fastidio collegato alla cattiva circolazione (stasi venosa) conosciuta anche come disturbo delle “gambe gonfie e pesanti” e si accompagna a una serie di altri sintomi che fanno da campanello d’allarme:

  • sensazione di muscoli indolenziti e gambe addormentate
  • vene delle gambe visibili su tutto l’arto inferiore
  • caviglie gonfie

È risaputo poi che alcuni fattori aumentano questa fastidiosa sensazione, tra cui: 

  • sindrome delle gambe senza riposo;
  • sovrappeso e obesità;
  • diabete;
  • sedentarietà;
  • mancanza di attività fisica;
  • l’impiego protratto di alcuni farmaci (antistaminici, antipertensivi, cortisonici, antidepressivi, sedativi, antibiotici, antivirali, chemioterapici);
  • abuso di alcol e fumo;
  • postura sbagliata.

I rimedi per il formicolio alle gambe

Esistono tuttavia dei consigli che sono sempre validi, come ad esempio quello di: 

  • evitare di indossare i tacchi alti o calzature strette;
  • praticare attività fisica con scarpe adeguate;
  • mantenere il giusto peso corporeo;
  • cambiare posizione per aiutare la circolazione sanguigna;
  • indossare calze e calzini a compressione;
  • ridurre l’assunzione di alcol e il fumo.

Uno stile di vita consapevole, come ad esempio fare moto muovendo le gambe per tenere attiva la circolazione (anche con lunghe passeggiate) e seguire un’alimentazione sana ed equilibrata, aiuta a contrastare l’insorgenza di questo fastidio. Chi fa un lavoro sedentario, caratterizzato da tenere la stessa posizione a lungo sia in piedi sia seduto, dovrebbe muovere spesso le gambe, sollevando i polpacci per favorire la circolazione e, in particolare, evitare di incrociarle.

Formicolio alle gambe: rimedi naturali

Possono essere consigliati estratti di piante utili per favorire il microcircolo e alleviare la sensazione di pesantezza alle gambe, come per esempio la Vite rossa, il Mirtillo, la Centella, l’Ippocastano, l’Ananas, il Rusco e il Ginkgo. L’agenzia europea per la sicurezza alimentare (EFSA) indica che la vitamina C contribuisce alla formazione del collagene e al buon funzionamento dei vasi sanguigni e il magnesio è utile in caso di stanchezza e affaticamento, favorisce il buon funzionamento dei muscoli, potendo pertanto alleviare crampi e dolori muscolari. In alcuni casi, i formicolii alle gambe riflettono una carenza di vitamina B che può essere sopperita con l’alimentazione (frutta e verdura fresche di stagione ne sono ricchi).
L’assunzione di integratori alimentari può essere utile in caso di mancato o insufficiente apporto con la dieta. Per un intervento mirato, efficace e adeguato è sempre meglio una consulenza con il farmacista e parlarne con il medico curante. 

Fonti

Ultimo aggiornamento:22-06-2020

Ultimi articoli pubblicati