Icona ok L'articolo è stato aggiunto ai tuoi preferiti Icona chiudi ok
back icon Torna agli articoli
Attività all'aperto e rischio infortuni d'estate

La stagione estiva porta con sé molti benefici, inclusa la possibilità, complice il bel tempo, di cimentarsi nelle più svariate attività all’aperto. In questo periodo dell’anno il nostro organismo gode di maggiore vitalità ed energia: tanto vale approfittarne per provare nuovi sport, sfidando i nostri muscoli outdoor, ma con gli accorgimenti giusti per non farci male.

Escursionismo: non dimenticare i bastoni da camminata
Se siete tentati di provare l’escursionismo durante le vostre vacanze estive e non siete ancora degli scalatori provetti, un paio di bastoni da camminata potrebbero esservi molto utili. Lo ha scoperto una squadra di ricercatori dell’università inglese di New Castle che, testando un gruppo di uomini e donne con età e condizioni fisiche diverse, ha evidenziato il ruolo protettivo di questo strumento sportivo. I bastoni da camminata possono favorire una distribuzione più equilibrata dello sforzo muscolare degli arti inferiori e una base di appoggio podale migliore, riducendo così il rischio di cadute, strappi muscolari e indolenzimento post-escursione.

Trekking: scegliere il giusto equipaggiamento
Sul podio degli sport estivi più praticati c’è anche il trekking, che richiede un equipaggiamento semplice ma essenziale, per prevenire spiacevoli infortuni. Le scarpe a collo alto sono per esempio consigliate, soprattutto nel trekking montano, per prevenire possibili distorsioni causate da terreni irregolari. Un po' di preparazione atletica qualche giorno prima della nostra camminata può favorire l’elasticità muscolare, evitando successivi affaticamenti e infortuni. Secondo uno studio dell’Università di Tokyo può bastare una camminata comprensiva di 5 minuti di percorso in salita per una settimana. Questo mini allenamento garantirebbe ottimi risultati in termini di resistenza e prestazione muscolare durante il trekking.

Mountain bike sì, ma con casco e ginocchiere
La mountain bike attira ogni estate tanti fan e nuovi appassionati che possono finalmente sperimentare la bici all’aria aperta. Quali sono le precauzioni migliori da adottare per godersi la pedalata in bicicletta evitando i rischi? La prima cosa da non dimenticare, secondo la British Columbia University, è il casco, che si è dimostrato molto efficace nel ridurre i possibili traumi cranici da caduta accidentale. Oltre il 50% degli infortuni ciclistici coinvolge anche spalle e ginocchia: ginocchiere e paraspalle sono due accessori molto utili per proteggere le nostre articolazioni.

Sport in acqua: occhio alle bevande e alla temperatura!
Quando si parla di sport acquatici, come il nuoto, secondo l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) i punti chiave della prevenzione contro gli infortuni sono due: le bevande e il rapporto tra la temperatura corporea e la temperatura dell’acqua. Assumere bevande decaffeinate ed evitare di bere alcol, prima dell’immersione, consente al nostro organismo di non avere sbalzi di pressione mentre siamo in acqua. Se invece ci immergiamo nell’acqua fredda subito dopo una prolungata esposizione al sole o dopo essere stati esposti a un’intensa ondata di calore, potremmo sottoporre il nostro organismo a uno shock termico. Meglio fare una sosta all’ombra prima di tuffarsi!

Registrati a Uwell! Puoi ricevere ogni giorno contenuti personalizzati per imparare a condurre una vita sana e vivere meglio