Icona ok L'articolo è stato aggiunto ai tuoi preferiti Icona chiudi ok
Iscriviti a Uwell per gestire la tua salute Registrati
back icon Torna agli articoli
Le proprietà dell'olio d'oliva e i suoi benefici
Prenditi cura di chi ami
Profilo Salute Prenditi cura di chi ami

Non ricordi mai i dati medici di chi ami? Crea il loro profilo salute: conservi le info e le consulti quando serve

In cucina non può mancare l’olio extravergine di oliva, l’alimento principe della dieta mediterranea, un modello alimentare tra i più sani, caratterizzato da uno scarso utilizzo di grassi saturi a favore di quelli insaturi, presenti in elevata concentrazione nell’olio d’oliva. Molti studi hanno dimostrato la sua azione protettiva nei confronti di varie malattie.

Un olio ricco di sostanze antiossidanti
Ottenuto attraverso la pressione a freddo di olive fresche al giusto punto di maturazione, l’olio extravergine di oliva si distingue per la sua bassa acidità, il particolare aroma, l’odore caratteristico e il colore, tra il giallo e il verde. L’olio d’oliva è ricco di polifenoli, come l’idrossitirosolo, il tirosolo, l’oleuropeina, i lignani, gli antociani, i flavonoidi e lo squalene, che gli conferiscono il tipico aroma pungente. Da questi composti derivano anche spiccate proprietà antiossidanti che favoriscono la protezione contro le malattie cardiovascolari, l’invecchiamento e le malattie neurodegenerative. L’olio extravergine di oliva contiene anche vitamina E che, per le sue proprietà antiossidanti e antiaging, è molto utilizzata in ambito dermatologico.

L’azione protettiva dell’olio d’oliva contro varie malattie
Grazie all’elevato contenuto in acido oleico, un acido grasso monoinsaturo (MUFA) e all’apporto di acidi grassi polinsaturi essenziali (PUFA), l’olio di oliva può apportare numerosi benefici al quadro lipidico del sangue e a livello cardiovascolare. Il suo consumo può favorire il miglioramento dei valori pressori, la riduzione del colesterolo cattivo e la protezione da malattie metaboliche, come il diabete. Contribuisce inoltre a rendere il sangue più fluido e può aiutare a proteggere l’organismo da infarto e ictus. Uno studio condotto da un gruppo di ricercatori canadesi, infatti, ha fatto emergere che il consumo di olio d’oliva si accompagna a un aumento dei livelli di apolipoproteina A-IV (Apo A-IV) nel sangue. L’innalzamento dell’Apo A-IV riduce l’aggregazione delle piastrine e l’infiammazione, e quindi il rischio di formazione di trombi, possibile causa di infarto e ictus, contribuendo a ridurre il rischio di malattie cardiovascolari.

L’olio d’oliva, importante anche per i bambini
L'apporto di olio d'oliva è importantissimo anche per i bambini, poiché costituisce una fonte di acidi grassi essenziali, come l’omega-6 acido linoleico e l’omega-3 acido α-linolenico. L’introduzione di questi acidi grassi nell’alimentazione, chiamati essenziali perché l’organismo umano non è in grado di sintetizzarli, è importantissima per lo sviluppo e il funzionamento del cervello e delle strutture nervose in generale, per la protezione della salute cardiovascolare e della salute visiva. Inoltre, gli acidi grassi essenziali possono influire in senso positivo sulla risposta immunitaria. Due cucchiai al giorno di olio d’oliva, pari a 10 grammi, favoriscono sia l’assorbimento di sostanze utili per la crescita, sia la mineralizzazione ossea.

Prenditi cura di chi ami
Profilo Salute Prenditi cura di chi ami

Non ricordi mai i dati medici di chi ami? Crea il loro profilo salute: conservi le info e le consulti quando serve

Cerca medico
Prenota online visita Hai bisogno di uno specialista?

Cerca lo specialista che ti serve e prenota online la tua visita

Registrati a Uwell! Ogni giorno contenuti personalizzati per condurre una vita sana