Icona ok L'articolo è stato aggiunto ai tuoi preferiti Icona chiudi ok
Iscriviti a Uwell per gestire la tua salute Registrati
back icon Torna agli articoli
Magnesio e vitamina D: come integrarli in modo efficace

Adeguati livelli di vitamina D e di magnesio sono indispensabili al nostro organismo per una corretta mineralizzazione delle ossa. La vitamina D contribuisce alla regolazione del metabolismo del calcio e del fosforo, finalizzata a una corretta mineralizzazione delle ossa, ed è importante per il mantenimento di una normale funzione muscolare. Il magnesio, invece, svolge un ruolo essenziale per molte funzioni cellulari: contribuisce al normale metabolismo energetico, al normale funzionamento del sistema nervoso e dei muscoli e al mantenimento di ossa e denti normali. Il nostro organismo ne contiene circa 20-28 grammi, presenti per il 60% nelle ossa. In diversi studi è emerso che la carenza di magnesio può ripercuotersi negativamente sulla densità ossea, favorendo la comparsa di osteoporosi. La corretta interazione fra magnesio e vitamina D gioca un ruolo importante per la nostra salute.

L’attivazione della vitamina D richiede l’intervento del magnesio
La vitamina D svolge diverse funzioni essenziali nel nostro organismo: il suo ruolo più noto è probabilmente quello di fattore antirachitico. Agli inizi del XX secolo, il rachitismo causava in molti bambini problemi nella mineralizzazione delle ossa e dei denti, tali da causare problemi di accrescimento, deformazioni e una ridotta resistenza meccanica delle ossa. La scoperta della capacità curativa dell’esposizione alla luce solare ha portato alla scoperta della vitamina D, la cui sintesi è legata all’esposizione della pelle ai raggi ultravioletti B (UVB). Tuttavia, per poter svolgere i suoi compiti nell’organismo, la vitamina D deve essere attivata. I processi di attivazione della vitamina D sono in gran parte dipendenti dalla disponibilità di magnesio, poiché gli enzimi responsabili del metabolismo della vitamina D, presenti a livello del fegato e dei reni, utilizzano il magnesio come cofattore.

Esiste un legame tra livelli di vitamina D e livelli di magnesio?
Il fabbisogno di vitamina D può essere coperto dall’esposizione alla luce solare, dalla dieta o dall’integrazione con supplementi di vitamina D. Nei giovani adulti, trascorrere le vacanze estive al mare passando 30 minuti al giorno all’aperto dovrebbe assicurare un’adeguata produzione di vitamina D. Alcuni alimenti rappresentano delle fonti di questa vitamina, come:

  • le sardine, il salmone e l’olio di fegato di merluzzo;
  • il tuorlo d’uovo;
  • il latte, i latticini;
  • gli alimenti fortificati (ad esempio alcuni latti vegetali).

Tuttavia, secondo gli esperti, non bisogna fare affidamento unicamente sulla dieta e sull’esposizione solare per raggiungere livelli ottimali di vitamina D, ed è talvolta necessario ricorrere a supplementi vitaminici. Inoltre, qualsiasi sia la fonte dell’apporto di questa vitamina, è impossibile ottenerne dei benefici ottimali senza la disponibilità del magnesio. L’attivazione della vitamina D richiede la presenza di magnesio come cofattore; a sua volta, la vitamina D può aumentare l’assorbimento di magnesio a livello intestinale, contribuendo a mantenere lo stato di omeostasi di questo prezioso elemento. Tuttavia, un trattamento protratto con dosaggi elevati di vitamina D potrebbe favorire l’instaurarsi di una carenza di magnesio, che si può recuperare attraverso l’alimentazione o l’integrazione con supplementi di magnesio.

Fonti

  • Deng, X., et al., Magnesium, vitamin D status and mortality: results from US National Health and Nutrition Examination Survey (NHANES) 2001 to 2006 and NHANES III, BMC Medicine 11, 2013.

    https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3765911/pdf/1741-7015-11-187.pdf

  • Reddy, P., Edwards, L.R., Magnesium Supplementation in Vitamin D Deficiency, Am. J. Ther., 26, e124–e132.

    https://doi.org/10.1097/MJT.0000000000000538

  • Rosanoff, A., et al., Essential Nutrient Interactions: Does Low or Suboptimal Magnesium Status Interact with Vitamin D and/or Calcium Status?, Adv. Nutr., volume 7, issue 1, pages 25–43, 2016.

    https://doi.org/10.3945/an.115.008631

  • Mazokopakis, E.E., Papadomanolaki, M.G., Investigating the Influence of Vitamin D Replacement Therapy on Magnesium Status, The Journal of the American Osteopathic Association 118, pages 772–773, 2018.

    https://doi.org/10.7556/jaoa.2018.167

  • Castiglioni, S., et al., Magnesium and osteoporosis: Current state of knowledge and future research directions, Nutrients 5, issue 8, pages 3022–3033, 2013.

    https://doi.org/10.3390/nu5083022

  • Cesareo, R., et al., Italian association of clinical endocrinologists (AME) and Italian chapter of the American association of clinical endocrinologists (AACE) position statement: Clinical management of vitamin D deficiency in adults, Nutrients, volume 10, issue 5, 2018.

    https://www.mdpi.com/2072-6643/10/5/546

Ultimo aggiornamento 31-10-2019
Trova Farmacia
Trova farmacia Hai bisogno di una farmacia?

Ci pensa Uwell! Cerca le farmacie più vicine a te, ti indica gli orari, i servizi offerti e come arrivarci

Registrati a Uwell! Ogni giorno contenuti personalizzati per condurre una vita sana