Icona ok L'articolo è stato aggiunto ai tuoi preferiti Icona chiudi ok
Iscriviti a Uwell per gestire la tua salute Registrati
back icon Torna agli articoli
La Restrizione calorica e i benefici per la salute

Sbaglia chi pensa che una dieta ipocalorica sia destinata solo a persone molto in sovrappeso o obese. Si stanno infatti accumulando sempre più prove scientifiche a sostegno del fatto che introdurre meno calorie con la dieta faccia bene anche alle persone leggermente sovrappeso, normopeso e addirittura in quelle sottopeso. E sotto diversi punti di vista. Alcuni anni fa emersero benefici per l'umore, il sonno, la funzione sessuale e, in generale, per la qualità della vita. Ora, nuovi dati indicano che una restrizione calorica migliora anche molti parametri di salute cardiovascolare, diminuendo il rischio di infarto o di ictus.

Lo studio CALERIE: parte prima
Gran parte dei dati sui benefici per la salute associati alla restrizione calorica derivano da un unico studio clinico chiamato CALERIE, condotto in tre centri statunitensi su più di 200 persone con un indice di massa corporea – un parametro per valutare se il peso corporeo di un soggetto è corretto rispetto all'altezza – compreso tra 22 e 28 kg/m2 (secondo l'Organizzazione mondiale della sanità, il valore soglia del BMI nell'adulto è 25 per il sovrappeso e 30 per l'obesità). Ai soggetti sono state assegnate, in modo casuale, una dieta che comportava una restrizione calorica del 25% rispetto ai propri valori normali, oppure una dieta senza restrizioni. Dopo due anni di trattamento, tutti i partecipanti hanno risposto a una serie di questionari standardizzati per valutare lo stato dell'umore, la qualità del sonno, lo stress percepito, l'attività sessuale, lo stato di salute e di benessere generale e la qualità della vita. Risultato: dall'analisi statistica è emerso che in tutti questi parametri i soggetti che avevano seguito la restrizione calorica hanno avuto, in media, un beneficio. Per contro, non sono stati rilevati effetti negativi di sorta, smentendo i luoghi comuni che dipingono le persone a dieta come tristemente rassegnate a una condizione di sacrificio.

Lo studio CALERIE: parte seconda
Dopo aver formulato questi dati, pubblicati nel 2016, i ricercatori sono voluti andare ancora più a fondo. Per quanto ottenuti con metodi standardizzati, i risultati sullo stato di benessere, nelle sue varie sfumature, erano basati su risposte ai questionari delle persone coinvolte e, quindi, su percezioni soggettive. Molto più circostanziata è invece l'analisi di altri dati di CALERIE, appena pubblicata, che era dedicata a parametri oggettivi di salute cardiovascolare. Alcuni di questi sono ben conosciuti: livelli di colesterolo e misure di pressione arteriosa. Altri erano più specifici, come la proteina C-reattiva, legata a uno stato infiammatorio in corso, e altri legati al rischio di diabete. Ancora una volta, dopo due anni di trattamento, i risultati sono tutti a vantaggio del gruppo che ha seguito la restrizione calorica del 25%.

Conclusioni
Agli autori non restava che sottolineare i benefici a lungo termine di una lieve restrizione calorica per la salute di tutte le persone giovani o di mezza età. È una via semplice e a costo pressoché nullo, applicabile a una vasta categoria di persone. Certo, tradurre le conclusioni dello studio in una dieta da seguire tutti i giorni non è facile: per indicazioni pratiche è consigliabile rivolgersi a nutrizionisti e dietologi qualificati.

Fonti

  • Martin, C.K., et al., Effect of calorie restriction on mood, quality of life, sleep, and sexual function in healthy nonobese adults the CALERIE 2 randomized clinical trial, JAMA Intern. Med., volume 176, issue 6, pages 743–752, 2016.

    https://doi.org/10.1001/jamainternmed.2016.1189

  • Kraus, W.E., et al., 2 years of calorie restriction and cardiometabolic risk (CALERIE): exploratory outcomes of a multicentre, phase 2, randomised controlled trial, Lancet Diabetes Endocrinol.,volume 7, issue 9, pages 673–683, 2019.

    https://doi.org/10.1016/S2213-8587(19)30151-2

Ultimo aggiornamento 19-11-2019
Prenota un videoconsulto
Fai un videoconsulto su Uwell Prenota un videoconsulto

Se hai un dubbio di salute e poco tempo, non rimandare: scegli tu quando e con chi!

Registrati a Uwell! Ogni giorno contenuti personalizzati per condurre una vita sana