Icona ok L'articolo è stato aggiunto ai tuoi preferiti Icona chiudi ok
back icon Torna agli articoli
Rilascio delle endorfine? Basta una passeggiata all’aperto

Respirando un’aria colma di odori piacevoli si può indurre il cervello a produrre una valanga di endorfine e provare una sensazione di profonda rilassatezza. Uno studio condotto dall’Università di Kyoto, in Giappone, lo ha confermato. La ricerca è stata effettuata su un campione di 498 persone alle quali è stato chiesto di dedicare le giornate a passeggiare nei boschi.

Con una passegiata calano aggressività e depressione e aumenta il buonumore
I ricercatori giapponesi hanno potuto verificare che, in quasi tutti i soggetti presi in esame, erano calate l’aggressività e la depressione, mentre è stato registrato un aumento del buonumore. Cosa è successo? In situazioni favorevoli e piacevoli il cervello produce un particolare gruppo di neurotrasmettitori, chiamati endorfine. Si tratta di mediatori chimici con un’attività biochimica simile a quelle delle sostanze oppiacee, come la morfina, con cui hanno in comune anche le capacità analgesiche e rilassanti. Le endorfine si attivano nel cervello quando si è innamorati, mentre si gusta il dolce preferito e, secondo questa ricerca, anche grazie a una passeggiata nei boschi o in un posto piacevole. Nel Paese del Sol Levante questa attività ha un nome specifico, “shinrin-yoku”: sta a significare la sensazione di benessere psicofisico che si prova camminando tra gli alberi di una foresta. Secondo gli studiosi a dare beneficio sono le sostanze chimiche sospese nell’aria dei boschi.

Quali odori naturali stimolano la produzione di endorfine?
Ecco quali sono gli odori naturali che stimolano maggiormente le endorfine:

1) pino: i boschi ne sono pieni. Il loro profumo è allo stesso tempo rilassante e rivitalizzante. Non stupisce che spesso sia usato in cosmetici e bagnoschiuma;

2) agrumi: se ci si trova in una campagna ricca di alberi di limone, è molto probabile che lo stress diminuisca in modo netto;

3) erba falciata o alberi potati: quando i fili d’erba vengono tagliati, rilasciano nell’aria una grande quantità di sostanze in grado di indurre un notevole rilassamento;

4) lavanda: il profumo di lavanda ha un ben noto effetto calmante, che viene sfruttato utilizzando i fiori freschi o preparando sacchetti per profumare la biancheria.

Registrati a Uwell! Puoi ricevere ogni giorno contenuti personalizzati per imparare a condurre una vita sana e vivere meglio