Cerca
Back Torna agli articoli
Share Save
I rimedi narurali per combattere l'ansia

Esistono da sempre rimedi naturali e adattogeni per far fronte ai fastidi legati all’ansia e allo stress, come ad esempio senso di esaurimento, debolezza energetica, aumento dell'isolamento sociale e sentimenti di negativismo. Questi rimedi riescono a migliorare i nostri livelli di salute fisica e di benessere mentale. 

Cos'è l'ansia

L’ansia è un’esperienza tipica del genere umano, un’emozione molto simile alla paura, ma priva del fattore scatenante. È tra i disturbi più diffusi a livello mondiale con un'incidenza globale tra il 3% e il 25%. L’ansia è molto diffusa nella società moderna, soprattutto nei disturbi legati allo stress: è rivolta al futuro ed è una condizione di attesa di un pericolo non ben definito. Studi hanno dimostrato che circa il 33% delle persone può imbattersi nei sintomi dell’ansia durante la propria vita. L’ansia è un disturbo che presenta elementi facilmente riconoscibili quali: insonnia, tristezza, disagio e modificazioni del carattere, tensione e angoscia. In questi casi, è sempre bene appurare che lo stato di ansia sia in relazione a una situazione reale di estrema difficoltà. Le cause che più frequentemente sovraccaricano l’attività del nostro sistema nervoso e possono generare i disturbi legati all’ansia sono: 

  • lavoro eccessivo;
  • particolari situazioni psicologiche: preoccupazioni, dispiaceri, stress;
  • rumori eccessivi: inquinamento acustico;
  • stile di vita e abitudini quotidiane.

Rimedi naturali utili contro l'ansia

Il ricorso ai rimedi naturali ad azione calmante può essere consigliato nel caso di un’ansia lieve e moderata causata da una situazione difficile (familiare, lavorativa, ambientale, ecc.). Negli individui non ansiosi, questi adattogeni deprimono i processi sensitivi e percettivi in modo così lieve che il loro effetto può passare inosservato. Al contrario, negli individui ansiosi (nervosi) provocano un’azione bene evidente che tende a riportare l’eccessiva sensibilità alla normalità, senza provocare abitudine o dipendenza. In genere, la maggior parte dei rimedi naturali, oltre ad agire sui centri nervosi che controllano la vita di relazione e la sfera psichica, possono migliorare anche l’attività svolta dai centri vegetativi (contrazione del cuore, respirazione, pressione sanguigna, ecc.). Gli estratti di origine vegetale sono diversi, ma i più usati come anti-stress, per il benessere mentale e per favorire il rilassamento, sono quelli ottenuti da specifiche parti (come semi, frutti, foglie, gemme, radici, fiori, ecc.) di alcune piante, tra cui: 

  • melissa
  • valeriana
  • camomilla
  • arancio amaro
  • tiglio
  • biancospino
  • lavanda
  • citronella
  • griffonia
  • gardenia
  • iperico
  • sambuco
  • passiflora

Gli estratti vegetali utilizzati dal farmacista per la preparazione di rimedi erboristici di uso comune appartengono senz’altro a queste piante, che possono essere consigliate (o prescritte) nei casi di disturbi lievi e passeggeri, dopo che il medico abbia escluso la presenza di una malattia di base.

Favorire il riequilibrio dell’umore, previene gli stati di irritabilità e contrastare la tensione nervosa

È possibile ricorrere all’utilizzo di integratori i cui componenti in sinergia concorrono a donare serenità alle persone stressate e ansiose. A tal proposito, la vitamina B6 e il magnesio possono essere di aiuto perché contribuiscono alla normale funzione psicologica. L’agenzia europea per la sicurezza alimentare (EFSA), che accerta gli effetti benefici di sostanze naturali per la nostra salute, indica che il magnesio può essere utile per il benessere mentale in quanto può supportare la normale funzione psicologica e il buon funzionamento del sistema nervoso. Le linee guida nutrizionali dell’EFSA consigliano un’assunzione giornaliera di magnesio pari a 250-350 mg al giorno per adulti e anziani e 450 mg per le donne in gravidanza e allattamento.
È chiaro poi che un’alimentazione sana, variegata ed equilibrata, come quella favorita dalla dieta mediterranea, un comodo letto e un po’ di attività fisica sono accorgimenti che spesso aiutano a migliorare notevolmente l’umore. Alcuni cibi presenti sulle nostre tavole, come ad esempio l’avena, la lattuga, gli agrumi (come mandarini e le arance amare), i legumi, la frutta e la verdura fresche favoriscono il rilassamento e il benessere mentale per le persone ansiose. Una passeggiata di 30 minuti al giorno o praticare un hobby all’aria aperta spesso aiutano a sconfiggere gli stati d'animo negativi. Un rimedio semplice, naturale, che consente il pronto recupero dall’ansia è il riposo che si ottiene dal sonno: mentre dormiamo c’è una sospensione delle funzioni della vita di relazione e un rallentamento di quelle della vita vegetativa. La durata del sonno varia nel corso della vita: un neonato dorme circa 12 ore, un bambino 8-10, un adulto 6-8 e a un anziano possono essere sufficienti 5-6 ore. Ma ciò può non bastare. Per un buon funzionamento del sistema nervoso e per ridurre i propri livelli di stress e ansia, si dovrebbe evitare il più possibile l’uso di sostanze che agiscono sul sistema nervoso danneggiandolo: sedativi, tranquillanti, eccitanti (caffeina, nicotina), sostanze che alterano lo stato psichico come l’alcol, il fumo, ecc. In questi casi, è comunque sempre meglio rivolgersi per una consulenza personalizzata al proprio medico curante o al farmacista di fiducia, che sapranno consigliare il percorso migliore da intraprendere per prendersi cura in maniera consapevole del proprio benessere mentale, e prevenire i disturbi legati all’ansia.

Fonti

Ultimo aggiornamento:14-06-2020

Ultimi articoli pubblicati