Icona ok L'articolo è stato aggiunto ai tuoi preferiti Icona chiudi ok
back icon Torna agli articoli
La palla musicale wireless per combattere i dolori al polso

L’articolazione polso-mano è la più sollecitata durante tutto l’arco della giornata, soprattutto se si lavora in ufficio. Diversi sono i disturbi che possono colpirla: i più diffusi sono sindrome del tunnel carpale, cisti e infiammazioni tendinee.

Lo stretching del polso è efficace... ma noioso
Le terapie attualmente impiegate per alleviare il dolore a polso e mano si basano sull’utilizzo di farmaci orali antinfiammatori e sulla pratica costante di esercizi di stretching mirato, che prevedono stiramento del polso, flessione dell’articolazione polso-mano e rafforzamento della presa manuale. Queste attività costituiscono una vera e propria pratica riabilitativa e di prevenzione per possibili ricadute. Secondo gli studi condotti dalla National Technology University di Taipei, gli esercizi necessari vengono spesso abbandonati prima del tempo necessario alla ripresa funzionale, poiché troppo noiosi e ripetitivi.

Una palla musicale per una terapia divertente
Per evitare l’abbandono degli esercizi necessari per la terapia riabilitativa, il gruppo di ricercatori ha pensato di sfruttare le moderne tecnologie wireless per abbinare la terapia fisica al divertimento tecnologico. Gli esperti hanno perciò ideato e testato una palla con sensori multipli adatta a svolgere molteplici esercizi: i sensori di movimento installati e quelli che rilevano la forza di gravità permettono di eseguire tutti i movimenti tradizionali di rotazione, estensione e flessione del polso, abbinati a una buona musica. Grazie alla tecnologia wireless, infatti, la palla è collegata al proprio pc personale, su cui è installato un software di controllo e gestione che permette di scegliere il livello di difficoltà, l’attività più adatta per la patologia da trattare e la musica da accompagnare agli esercizi. I livelli di difficoltà sono tre: facile, medio e difficile a seconda del grado di recupero sensorio raggiunto. Gli esercizi sono vari e dedicati alla tipologia di articolazione infiammata, alla mano dominante o opposta e alla localizzazione specifica del disturbo. Ad esempio: se l’infiammazione al polso coinvolge maggiormente l’osso ulnare, una delle due ossa lunghe che formano l’articolazione, la palla farà eseguire movimenti di rotazione e flessione mirati al recupero di questa parte.

La riabilitazione diventa un gioco
Eseguire gli esercizi è molto semplice. Il tutto inizia con il lancio della palla in aria: il computer a questo punto attiva la tipologia di movimenti personalizzati da eseguire a ritmo di musica oppure guida il soggetto nella riproduzione di una sequenza musicale. La sessione di allenamento viene memorizzata dal software, permettendogli di valutare i progressi e gli obiettivi raggiunti grazie all’analisi della velocità e della precisione con cui vengono eseguiti i movimenti guidati dalla musica. L’attività riabilitativa diventa in questo modo un gioco divertente e piacevole. Gli studiosi però tendono a precisare che sono necessarie ulteriori ricerche per mettere a punto il programma e confermare i risultati positivi ottenuti: non ci resta che aspettare!

Registrati a Uwell! Puoi ricevere ogni giorno contenuti personalizzati per imparare a condurre una vita sana e vivere meglio