Cerca
Back Torna agli articoli
Save
Vitamina C: benefici, come assumerla e fabbisogno medio

Un aiuto al sistema immunitario

La vitamina C, o acido ascorbico, è una molecola idrosolubile che non viene sintetizzata dall’organismo e per questo motivo dev’essere assunta con l’alimentazione. I benefici che derivano dall’assunzione di vitamina C sono ben noti. Ha un potere antiossidante, che la rende in grado di rafforzare il sistema immunitario e neutralizzare i radicali liberi. Inoltre, la vitamina C agevola l’assorbimento di numerose sostanze nutritive, come il ferro, la vitamina B9 e la vitamina E.

Vitamina C

I cambi di stagione e gli improvvisi cali di temperatura possono portare a un abbassamento delle difese immunitarie, provocando un indebolimento del nostro organismo: questa condizione ci fa diventare facile bersaglio del raffreddore e più soggetti allo stress. La vitamina C, però, ci viene in soccorso perché sostiene il recupero psicofisico e rafforza le difese immunitarie, aiutandoci nell’affrontare i freddi periodi invernali.

Come assumere la vitamina C: alimentazione e integratori

L’EFSA ha stabilito che il fabbisogno giornaliero medio di vitamina C è pari a 100 milligrammi per gli adulti, che equivale, ad esempio, a un bicchiere di spremuta d’arancia e può arrivare fino a 1 grammo. Sarebbe meglio assumerla a piccole dosi durante la giornata, in quanto solo una parte è assorbita dal nostro organismo, mentre l’altra è eliminata attraverso le urine. Frutta e verdura di stagione, da inserire sempre nei pasti quotidiani, sono importantissime fonti di vitamina C. Nello specifico, tra i cibi ricchi di questa preziosa sostanza abbiamo: agrumi, fragole, mirtilli, papaya, bacche di goji e kiwi, oltre a molte verdure come broccoli, peperoni, pomodori, spinaci e bietole, nonché estratti di rosa canina, echinacea, uva ursina e vite rossa. 

Ultimo aggiornamento:17-11-2020

Ultimi articoli pubblicati