Icona ok L'articolo è stato aggiunto ai tuoi preferiti Icona chiudi ok
back icon Torna agli articoli
Bambino e bambina in cucina

Febbredolori muscolarispossatezza: sono i sintomi più comuni dell’influenza stagionale, portata da una famiglia di virus ben definita, contro la quale ogni anno viene sintetizzato il vaccino antinfluenzale. In autunno e in inverno il contagio può avvenire piuttosto facilmente. Nei casi più gravi può essere utile ricorrere a farmaci antipiretici e antidolorifici, che permettono di tenere sotto controllo febbre, dolori e una vasta gamma di sintomi tipici dell’influenza, che colpiscono soprattutto l’apparato respiratorio.

Dal cibo un primo rimedio naturale
Non ci sono tuttavia solo i farmaci: anche l’alimentazione svolge un ruolo importante per mantenere l’organismo in condizioni di efficienza tali da contrastare i sintomi influenzali. Quando arrivano febbre e starnuti, esistono validi rimedi naturali che possono collaborare con i farmaci e con il nostro sistema immunitario, per sconfiggere i virus.

  1. Frutta e verdura. Quando si viene colpiti dall’influenza contano ancora di più. Su quali è meglio puntare? Nelle carote troviamo una fonte di vitamina A, negli agrumi la vitamina C, nella frutta secca e negli oli vegetali una buona scorta di vitamina E. Fanno tutte parte della categoria degli antiossidanti, capaci di tamponare l’attività dei radicali liberi, la cui concentrazione nei tessuti aumenta durante il corso dell’influenza.
  2. Zenzero. Ha proprietà antinfiammatorie. Gli elementi che contiene sono in grado infatti di intercettare e fermare l’attività di alcune citochine, che fanno parte della categoria dei mediatori dell’infiammazione. Aggiungerlo alle pietanze, quindi, aiuterà a lenire naso arrossato e vie respiratorie irritate.
  3. Aglio. Il bulbo di questa pianta è molto utilizzato in cucina, ma può tornare comodo anche come “medicinale”. Contiene infatti sostanze in grado di controllare l’infiammazione. Non solo: le sue proprietà possono essere anche blandamente antibiotiche e questo rende l’aglio utile nel caso in cui al virus influenzale (sul quale, ricordiamolo, gli antibiotici non hanno alcun effetto) si sovrapponga un’infezione di natura batterica.

Registrati a Uwell! Puoi ricevere ogni giorno contenuti personalizzati per imparare a condurre una vita sana e vivere meglio