Icona ok L'articolo è stato aggiunto ai tuoi preferiti Icona chiudi ok
back icon Torna agli articoli
Amnesie improvvise al lavoro: qual è il ruolo dello stress?

Lo stress causa molti danni, soprattutto se si protrae nel tempo. Spesso, in questo campo, si tende a dare attenzione ai problemi di cui può soffrire il cuore, oppure ci si focalizza su quelli connessi alla pressione sanguigna o al sonno, ma raramente si pensa al ruolo della memoria. Eppure, la memoria è messa seriamente a rischio da stati acuti e prolungati di tensione emotiva: uno studio americano lo ha da poco confermato con certezza. Non c’è quindi da stupirsi se qualche volta, sul lavoro, ci dimentichiamo di fare qualcosa, perdiamo un appuntamento o compiamo errori.

Quando manca la sedimentazione dei fatti
I problemi maggiori sembrano infatti essere correlati alla memoria a breve termine, proprio quella che si usa per coordinare le azioni quotidiane, comprese quelle lavorative. Si incappa, insomma, in piccole amnesie da stress provocate dalla mancata “sedimentazione” dei fatti o degli elementi da ricordare. Nelle persone particolarmente sensibili allo stress questo problema si autoalimenta, nutrendosi degli stati di ansia legati alle conseguenze degli errori eventualmente compiuti sul lavoro. Alla lunga questa condizione può estendersi anche alla vita quotidiana e tutti gli aspetti non connessi alla professione. Questo andrebbe evitato, ma non sempre è possibile.

Focalizzarsi sugli aspetti positivi del lavoro
Non si possono certo cambiare in poco tempo le condizioni di lavoro, oppure sostituire colleghi particolarmente ansiogeni, ma si può tentare di alleggerire lo stress, focalizzandosi soprattutto sugli aspetti positivi del proprio lavoro. Inoltre, potrebbe risultare molto utile ottimizzare la gestione dei propri compiti, in modo da evitare di essere sommersi da carichi di attività che potrebbero apparirci insostenibili e… stressanti. Confrontandosi con il proprio medico o con il proprio specialista di fiducia si può ricorrere anche a farmaci o integratori di magnesio. La carenza di questo elemento nell’organismo può renderci più inclini a stanchezza, irritabilità e nervosismo. Bisogna dunque fare attenzione e porre rimedio: di questo non ci si può assolutamente dimenticare!

Registrati a Uwell! Puoi ricevere ogni giorno contenuti personalizzati per imparare a condurre una vita sana e vivere meglio