Icona ok L'articolo è stato aggiunto ai tuoi preferiti Icona chiudi ok
Iscriviti a Uwell per gestire la tua salute Registrati
back icon Torna agli articoli
I breath test: cosa sono e perché si effettuano
Cerca medico
Prenota online visita Hai bisogno di uno specialista?

Cerca lo specialista che ti serve e prenota online la tua visita

Il breath test, o test del respiro, è un esame medico-diagnostico non invasivo che si effettua analizzando l’aria espirata, grazie al quale si possono diagnosticare intolleranze alimentari o la presenza del batterio Helicobacter pylori. Ne esistono quindi di diversi tipi:

  • il breathalyzer, utilizzato per determinare, ad esempio, se una persona guida sotto l’effetto dell’alcol: detto anche alcol test, è condotto solitamente dalle forze dell’ordine;
  • il breath test all’idrogeno, che si effettua nella diagnosi dell’intolleranza al lattosio;
  • l’urea breath test, per individuare la presenza di Helicobacter pylori, batterio associato alle patologie dell’apparato digerente (principalmente gastriti e ulcere gastroduodenali).

Il breathalyzer, meglio conosciuto come alcol test
L’alcol test misura il contenuto di etanolo nel sangue, attraverso l'analisi dell'aria espirata. L’etanolo, l’alcol, dopo essere ingerito, viene rapidamente assorbito da stomaco e intestino tenue e si distribuisce in tutta l'acqua contenuta nell’organismo (circa mezzo litro per kg di peso). Il 90% dell'etanolo viene metabolizzato nell'organismo, mentre una piccola parte viene eliminata con le urine, il sudore e con l'aria espirata. È proprio questa piccola parte che viene eliminata col respiro a essere oggetto di analisi.

Breath test per il lattosio: come diagnosticare eventuali intolleranze
Si effettua per la diagnosi di intolleranza al lattosio, attraverso la somministrazione di una bevanda contenente questa sostanza. Si procede a un test al tempo 0 (basale) e nelle tre ore successive si raccoglie l’espirato ogni 30 minuti. Nel paziente con intolleranza al lattosio quest’ultimo non è digerito e giunge all’intestino producendo alcuni gas, tra i quali idrogeno (da cui il nome di breath test all’idrogeno), che provocano meteorismo (aria nell’addome), flatulenza e dolori addominali. L’idrogeno formato nell’intestino viene assorbito nel sangue circolante e, raggiunti i polmoni, viene eliminato con il respiro per poi essere raccolto – come detto – ogni 30 minuti e testato per valutare se le concentrazioni di idrogeno sono sopra la norma, dato tipico dell’intolleranza al lattosio. Il test viene eseguito in questo modo: un campione base (al tempo 0) viene utilizzato come riferimento. Dopo aver ingerito la bevanda contenente lattosio, il paziente deve rimanere all’interno del laboratorio per tre ore per la raccolta dei campioni di espirato ogni 30 minuti.

Breath test per l’Helicobacter pylori
Questo test serve a individuare la presenza nello stomaco di Helicobacter pylori (HP), un batterio che può infettare lo stomaco ed essere causa di gastriti croniche e ulcere gastriche duodenali. L’esame consiste nella somministrazione, dopo almeno quattro ore di digiuno, di una bevanda o capsula orale contenente urea marcata con carbonio-13 (un isotopo del carbonio completamente innocuo). In presenza di HP, l’urea si divide in anidride carbonica (CO2) e ammoniaca (NH3), per l’effetto di un enzima (una proteina acceleratrice delle reazioni biochimiche) prodotto dal batterio e chiamato ureasi. La CO2 radiomarcata con carbonio-13 viene poi eliminata con il respiro ed è quindi analizzata e quantificata col breath test. Nell’urea breath test si raccoglie innanzitutto un campione di respiro al tempo 0, cioè prima di assumere il prodotto contenente carbonio-13: questo dato viene utilizzato come controllo. Dopo l’assunzione di urea radiomarcata, il paziente rimane nel laboratorio normalmente per 30 minuti, alla fine dei quali viene raccolto un ultimo campione di espirato. Per la preparazione al breath test occorre:

  • non aver assunto antibiotici per almeno quattro settimane prima dell’esame;
  • non aver assunto farmaci a base di inibitori della pompa protonica (IPP);
  • essere digiuni da almeno quattro ore (sia da cibo sia da acqua). 

Dopo l’esame, il paziente può riprendere la sua usuale attività fisica e lavorativa e alimentarsi secondo abitudine. Il risultato del test è di solito disponibile dopo alcuni giorni.

Fonti

  • Mattsson, J., et al., Outcome of breath tests in adult patients with suspected small intestinal bacterial overgrowth, Gastroenterol Hepatol Bed Bench., volume 10, issue 3, pages 168-72, 2017.

    https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/29118931

Ultimo aggiornamento 01-11-2019
Cerca medico
Prenota online visita Hai bisogno di uno specialista?

Cerca lo specialista che ti serve e prenota online la tua visita

Armadietto medicinali
Armadietto dei medicinali Sai che farmaci hai a casa?

Salvali nel tuo armadietto digitale: controlli i foglietti illustrativi e vieni avvisato quando stanno per scadere

Registrati a Uwell! Ogni giorno contenuti personalizzati per condurre una vita sana