Cerca
Back Torna agli articoli
Share Save
Bruciore agli occhi e congiuntivite allergica

Il bruciore agli occhi è una sensazione sgradevole di prurito e infiammazione all’interno dell’occhio o lungo il suo contorno. È un sintomo comune: a volte basta un pomeriggio di fronte al computer o davanti al televisore per sentire gli occhi in fiamme. Fortunatamente, nella maggior parte dei casi, si risolve spontaneamente, ma questo non significa che questo disturbo sia da sottovalutare. Al contrario, infatti, occorre fare caso a che non si ripresenti di frequente e, nei casi più persistenti, è consigliato rivolgersi a un medico che saprà prescrivere il trattamento più adatto.

Bruciore agli occhi e altri sintomi

Il bruciore agli occhi è il sintomo di un’irritazione della congiuntiva, la sottile mucosa che riveste la parte anteriore del bulbo oculare, quella più esposta agli agenti esterni, e la superficie interna delle palpebre. Spesso a questa sensazione si possono associare diversi altri sintomi:

  • arrossamento dell’occhio (iperemia);
  • sensazione di corpo estraneo, descritta spesso “come sabbia”;
  • lacrimazione abbondante;
  • gonfiore, nei casi più gravi;
  • secrezioni, che appaiono come appiccicose, se la congiuntivite è infettiva.

Le cause del bruciore

Le cause dell’irritazione della congiuntiva possono essere diverse: il vento forte, un clima molto secco, o ancora la luce solare intensa, per esempio, possono far evaporare il contenuto di acqua presente nella congiuntiva, che così tende ad asciugarsi. Di conseguenza, le palpebre fanno fatica a scorrere sulla superficie dell’occhio e si può avvertire una caratteristica sensazione di “sabbia negli occhi”. In questi casi, è indicata l’applicazione di colliri e di lacrime artificiali (disponibili sia in flaconcini monodose che in flaconi multidose). A chi è spesso esposto a sole e vento, soprattutto se è portatore di lenti a contatto, è consigliato indossare occhiali protettivi.
Proprio per la sua funzione protettiva dell’occhio, la congiuntiva è molto esposta agli agenti irritativi e infiammatori. Per questo motivo, sono molte le possibili cause della congiuntivite: virus, batteri e traumi oculari. È bene non sottovalutare queste forme infiammatorie perché possono dare conseguenze anche serie: se il bruciore agli occhi non si risolve entro qualche giorno, è consigliabile rivolgersi a un medico.

La congiuntivite allergica: quando è l’allergia la causa del bruciore agli occhi

In alcuni casi, il bruciore agli occhi può essere il sintomo principale di una congiuntivite allergica, causata da un’ipersensibilità della persona agli agenti esterni. Le congiuntiviti allergiche si suddividono in perenni o stagionali. Le prime insorgono, ad esempio, in caso di allergia agli acari della polvere o ai peli degli animali domestici (soprattutto dei gatti); le seconde sono invece causate dalla presenza nell’aria di pollini, prevalentemente nei mesi primaverili ed estivi.
Come sottolineano gli esperti della Società Oftalmologica Italiana (SOI), difficilmente il processo allergico è limitato al solo occhio: nel 70% dei casi, la reazione allergica degli occhi è associata a una reazione allergica dell’intero organismo (congestione nasale, naso gocciolante, prurito alla gola, tosse, starnuti).  I sintomi sono quelli tipici della congiuntivite, ovvero:

  • sensazione di bruciore
  • sensazione di corpo estraneo all’interno dell’occhio
  • arrossamento.

Ma c’è un sintomo che più di tutti caratterizza la congiuntivite allergica: il prurito. Quest’ultimo è infatti quasi sempre assente nelle altre forme di congiuntivite – virali, batteriche o di altra natura. Inoltre, la congiuntivite allergica interessa quasi sempre entrambi gli occhi, diversamente dalle altre. La congiuntivite allergica, in genere, si cura facilmente con l’applicazione di colliri antistaminici, reperibili facilmente come farmaci da banco: se ciò non bastasse, il disturbo peggiorasse o non si fosse sicuri sulla diagnosi, è sempre consigliato rivolgersi al proprio medico per una diagnosi più accurata.

Fonti

Ultimo aggiornamento:13-05-2020

Ultimi articoli pubblicati