Icona ok L'articolo è stato aggiunto ai tuoi preferiti Icona chiudi ok
Iscriviti a Uwell per gestire la tua salute Registrati
back icon Torna agli articoli
Che cos’è la tosse e come si produce? Alcuni consigli utili
Armadietto medicinali
Armadietto dei medicinali Sai che farmaci hai a casa?

Salvali nel tuo armadietto digitale: controlli i foglietti illustrativi e vieni avvisato quando stanno per scadere

La tosse è un meccanismo fisiologico difensivo dell’apparato respiratorio grazie al quale l’organismo espelle in modo brusco le sostanze irritanti tramite le vie aeree. L’European Respiratory Society (ERS) ha definito la tosse come una manovra espiratoria forzata, di solito contro una glottide (lo spazio della laringe compreso tra le corde vocali) chiusa, associata a un suono caratteristico. Nello specifico la tosse è un atto motorio espulsivo caratterizzato da una fase inspiratoria, seguita da uno sforzo espiratorio forzato contro una glottide chiusa (fase di compressione), dall'apertura della glottide e da un’espirazione rapida del flusso d'aria (fase espulsiva). A volte si aggiunge una quarta fase, detta di “recupero", che corrisponde all'inspirazione profonda che di solito segue la tosse.

Muco e apparato mucociliare
Lo scopo della tosse è quello pulire le vie aeree, ovvero rimuovere muco, secrezioni e microparticelle. Il muco è una secrezione viscosa, densa, simile alla gelatina, prodotto da ghiandole dette “mucipare”, con funzione protettiva dell’apparato respiratorio. Le ciglia vibratili caratterizzano la parte apicale delle cellule che rivestono il lume delle vie respiratorie e hanno il compito di spingere verso l'esterno lo strato di muco che ne ricopre la superficie. Nelle forme infiammatorie lievi, le cellule mucipare dell’apparato respiratorio producono il muco che viene spinto verso l’alto dal movimento delle ciglia. Quando il muco giunge a livello della gola, scatena il riflesso della tosse, che quindi serve a “portar via” il muco stesso.
Quando il contenuto acquoso del muco è basso, l’apparato mucociliare, con l’aumento della viscosità, ha difficoltà a svolgere la sua funzione di pulizia. Nei fumatori si riscontra spesso una cosiddetta “tosse inefficace”, in cui la pulizia, o clearance mucociliare, non funziona a dovere, poiché il fumo danneggia e inibisce i movimenti delle ciglia vibratili. Nei fumatori abituali, la pulizia mucociliare peggiora progressivamente, portando a un sovraccarico  di secrezioni e allo sviluppo di forme croniche broncopolmonari come la broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO).

I sintomi della tosse e come riconoscerla
La tosse è uno dei sintomi della medicina più facilmente riconoscibili. Si può distinguere in secca o grassa, acuta o cronica. Nel 1990, gli Australiani Davis, Bolin e Ham hanno stilato una serie di domande chiave sulla tosse, una specie di flow chart di aiuto per i medici per avvicinarli alla diagnosi. Tra le principali troviamo:

  • Come potrebbe descrivere la tosse?
    Domanda utile per comprendere se la tosse è secca o grassa;
  • Da quanto tempo soffre di tosse?
    Una tosse che dura da settimane richiede un’indagine approfondita.
  • Può descrivere il suo escreato?
    L’escreato può essere bianco, giallastro o scuro: nei due ultimi casi è sintomo di un’infezione.
  • C’è sangue nell’escreato?
    La presenza di sangue deve essere approfondita!
  • Ha avuto dolori, febbre?
    Questi due sintomi indicano un’infiammazione.
  • Ha avuto dispnea?
    Episodi di dispnea o di fiato corto possono indicare asma o polmonite.
  • Ha avuto asma o allergia?
    La tosse persistente può essere segno di una riacutizzazione di asma o di asma allergico.
  • Ha perso peso?
    È un segno non favorevole e da indagare.
  • Fuma? E quanto?
    Questa domanda è utile per avere un’idea del maggior rischio di tosse.
  • Che lavoro svolge?
    Se il soggetto lavora all’aperto, la tosse può essere causata da un asma allergico da polline, se lavora al chiuso invece può essere causata da un asma allergico alle polveri.
  • Possiede animali in casa?
    La tosse in questo caso può essere indice di una possibile asma causato da pelo di gatto o cane.

La tosse nel bambino
Per i più piccoli, il sintomo, oltre a essere molto comune, può anche essere fonte di ansia per i genitori. Le cause più frequenti di tosse tra i bambini sono asma, bronchiti virali, infezioni delle vie respiratorie, rinite allergica, asma, corpi estranei, laringiti, tracheiti. Ovviamente, il pediatra deve essere contattato se la tosse non passa, se il bambino ha reali difficoltà respiratorie, se non riesce ad alimentarsi correttamente e perde peso. In ogni caso non esiste un rimedio, codificato dalla letteratura scientifica, specifico per il bambino. Il pediatra indicherà nei vari casi, la cura migliore.

Curare e prevenire la tosse
In caso di tosse secca causata da forme respiratorie virali, non servono gli antibiotici, perché questi ultimi non hanno azione sui virus, ma solo sui batteri. Esempio: l’influenza, in linea di massima, si cura con antifebbrili e non con antibiotici, perché è causata da un virus. Il medico prescriverà l’antibiotico se c’è il sospetto di una sovrapposizione batterica. In generale, per lenire la tosse è utile seguire una terapia idratante (bere molto, fare fumigazioni con acqua e bicarbonato-sale) e assumere emollienti come miele e propoli. Nei casi di tosse persistente e di natura virale, escludendo motivazioni gravi (come asma) il medico prescriverà un antitussigeno in sciroppo o gocce. Quando la tosse produce escreato o catarro sono utili farmaci mucolitici e mucoregolatori, mentre il medico prescriverà un antibiotico quando è causata da bronchite o polmonite. Da un punto di vista preventivo, occorre evitare i fattori scatenanti come il fumo e l’esposizione ad allergeni aerei, come graminacee, parietaria, ambrosia ecc, o polvere…; è inoltre utile aumentare l’umidificazione degli ambienti per far cadere a terra le polveri, evitando in questo modo che siano inalate da soggetti allergici.

Armadietto medicinali
Armadietto dei medicinali Sai che farmaci hai a casa?

Salvali nel tuo armadietto digitale: controlli i foglietti illustrativi e vieni avvisato quando stanno per scadere

Trova Farmacia
Trova farmacia Hai bisogno di una farmacia?

Ci pensa Uwell! Cerca le farmacie più vicine a te, ti indica gli orari, i servizi offerti e come arrivarci

Registrati a Uwell! Ogni giorno contenuti personalizzati per condurre una vita sana