Cerca
Back Torna agli articoli
Share Save
Colica biliare: cause, trattamenti e prevenzione

La colica biliare è una manifestazione dolorosa intensa e improvvisa dovuta alla contrazione della cistifellea (o colecisti), l’organo di raccolta della bile prodotta dal fegato. Il dolore tende a insorgere dopo un pasto abbondante e persiste in modo costante per ore con fitte acute di maggiore intensità localizzate nella parte alta dell’addome, sul lato destro, appena sotto l’ultima costola. Nausea, vomito e colore della sclera oculare giallastro (Ittero) sono altri sintomi comuni di una colica biliare.

Le cause di una colica biliare

Le cause più frequenti di una colica biliare sono: 

  • calcoli alla cistifellea: sono piccoli corpi solidi a forma di granulo, solitamente composti da colesterolo e calcio. Sono spesso asintomatici, ma quando raggiungono dimensioni più elevate ostruiscono il passaggio della bile nei dotti biliari, “piccoli tubicini” che collegano il fegato alla cistifellea;
  • calcoli al fegato: sono generalmente provocati da un accumulo di colesterolo, sali di calcio e bilirubina (sostanza derivante dalla fine del ciclo di vita dei globuli rossi) dovuti a obesità, valori elevati di lipidi nel sangue o elevato uso di alcol e farmaci;
  • colecistite: ovvero l’infiammazione della cistifellea, dovuta solitamente alla presenza di calcoli biliari che ostacolano il passaggio della bile e ne favoriscono il ristagno con conseguente peggioramento dei sintomi.

Colica biliare senza calcoli: nelle donne sono più frequenti

L’imputato principale di una colica biliare è certamente la colelitiasi, ovvero la presenza di calcoli nei dotti che collegano il fegato alla cistifellea, ma ci sono altri fattori che possono scatenare una contrazione anomala della cistifellea, come alterazioni della mucosa intestinale, soprattutto nel duodeno dove viene riversata la bile, oppure una difficoltà di svuotamento della colecisti. Nelle donne, le coliche biliari prive di calcolosi sono più frequenti e spesso sono legate a un dimagrimento troppo drastico e repentino e a periodi di stress elevato. 

Trattamenti e prevenzione della colica biliare

Il trattamento farmacologico durante una colica biliare è mirato a sedare il forte dolore addominale. Viene sempre deciso dallo specialista che individua il farmaco analgesico più adatto alla situazione individuale. Per prevenire ulteriori coliche sono, invece, impiegati farmaci a base di acidi che rendono più fluida la bile e sciolgono le eventuali formazioni calcolose. Se la presenza di calcoli biliari è asintomatica e non comporta problemi per la persona, non vengono impiegate terapie farmacologiche ma viene consigliato un piano nutrizionale a scopo preventivo. I punti chiave di un’alimentazione salutare per la nostra cistifellea sono:

  • mangiare in modo variegato e ricco di fibre: cereali, farinacei integrali e vegetali ne sono ricchi;
  • non saltare i pasti rimanendo molte ore a digiuno, ma fare piccoli spuntini a base di frutta e vegetali;
  • non esagerare con i cibi grassi e i condimenti. Preferire la cottura alla griglia o al vapore. L’olio d’oliva è sempre un ottimo alleato.

Fonti

Ultimo aggiornamento:09-08-2020

Ultimi articoli pubblicati