Cerca
Back Torna agli articoli
Share Save
Congiuntivite allergia: cause, sintomi, rimedi e trattamenti

La congiuntivite allergica è una patologia oculare che affligge milioni di persone ogni anno, con sintomi fastidiosi e che possono rappresentare un ostacolo nello svolgimento delle attività quotidiane. I sintomi principali si possono individuare con facilità e trattare nella maggior parte dei casi con pratici rimedi.
La congiuntivite allergica coinvolge solitamente entrambi gli occhi in contemporanea quando vengono a contatto con allergeni di varia natura che possono trovarsi nell’aria, oppure quando tali sostanze vengono portate agli occhi dalle nostre mani, scatenando così sintomi oculari da allergia. Questo tipo di congiuntivite si scatena, infatti, con sintomi che comunemente si presentano poco dopo il contatto diretto con l’allergene a cui ciascun individuo è sensibile, e con una sintomatologia localizzata nella maggior parte dei casi.

Congiuntivite allergica: le cause

Gli allergeni sono la causa scatenante della congiuntivite allergica; sono comunemente sostanze di natura proteica, ovvero sostanze appartenenti alla categoria delle proteine, tra cui troviamo:

  • i pollini di varie piante a fioritura stagionale;
  • le spore di muffe che si diffondono nell’aria;
  • i peli di animali (ad esempio quelli di cani e gatti);
  • le sostanze di origine alimentare con cui si può venire a contatto portando le mani agli occhi dopo aver toccato un alimento contenente l’agente a cui inconsapevolmente si è allergici (sedano, arachidi, molluschi, crostacei, spezie, sedano, uova, soia tra le più comuni).

Congiuntivite allergica: i sintomi

Ecco i sintomi che formano la classica “triade” della congiuntivite allergica:

  1. arrossamento oculare
  2. acrimazione incontrollata
  3. prurito irrefrenabile.

I sintomi sopra elencati solitamente si presentano subito dopo il contatto con l’allergene responsabile dell’allergia e sono di facile riconoscimento da parte di chi ne è colpito.

Congiuntivite allergica: rimedi e trattamenti

La congiuntivite allergica si può prevenire nella maggior parte dei casi evitando il contatto diretto degli occhi con l’allergene che scatena i sintomi nei soggetti predisposti all’allergia. È consigliato:

  • evitare di uscire durante le giornate molto ventose nella stagione dei pollini a cui si è più sensibili;
  • evitare il contatto con il pelo degli animali a cui si è allergici; 
  • cercare di non restare a lungo in ambienti molto umidi dove possono facilmente diffondersi le muffe.

Questi sono tra gli accorgimenti più semplici ed efficaci da adottare per evitare un attacco di congiuntivite allergica. Quando si scatenano i sintomi, tuttavia, si possono utilizzare alcuni farmaci ad uso topico, come spray o gocce oculari, a base di principi attivi antistaminici o cortisonici capaci di risolvere rapidamente l’attacco allergico: forme allergiche caratterizzate da sintomi da lievi a moderati possono trarre beneficio da questo tipo di trattamento. In caso di un primo episodio di congiuntivite allergica (o sospetta tale), è sempre opportuno rivolgersi al proprio medico curante, oppure a uno specialista in immunologia o allergologia, o a un oculista, per avere le opportune indicazioni per diagnosi e terapia più efficaci nel tempo.

Fonti

Ultimo aggiornamento:26-05-2020

Ultimi articoli pubblicati