Cerca
Back Torna agli articoli
Share Save
Un cucciolo in casa e allergie e obesità staranno alla larga

Se siete genitori di bambini piccoli e temete che in futuro i piccoli possano incappare in allergie o problemi di sovrappeso, la soluzione è prendere in casa un cucciolo.

Un aiuto per la salute
Che la convivenza con un cane o un gatto possa rappresentare un aiuto per la salute è stato confermato da uno studio condotto in Canada dall’Università di Alberta. Gli esperti che hanno lavorato alla ricerca hanno osservato che i bambini che hanno vissuto durante la gravidanza della mamma oppure nei primi tre mesi di vita in presenza di animali domestici svilupperebbero un microbiota più diversificato. Con il termine “microbiota” si definisce l’insieme dei batteri che popolano il nostro organismo, nell’intestino e in tutto il resto del corpo, pelle compresa. Nel caso specifico della ricerca si parla di due particolari batteri, presenti in quantità maggiori: Ruminococcus, associato alla riduzione delle allergie, e Oscillospira, in grado di contenere il rischio di obesità.

L’effetto protettivo anche sui neonati
Inoltre, secondo gli autori canadesi, l’effetto protettivo si concretizza anche nei casi in cui il neonato è venuto al mondo col parto cesareo, senza quindi la quota di batteri con i quali si viene normalmente a contatto durante il parto naturale o quando non è stato allattato al seno. Il presupposto è che gli animali domestici sono sicuramente simpatici e di compagnia ma certamente non sterili e, per questo motivo, contribuiscono a cambiare il quadro dei microrganismi che vivono nel nostro corpo con il loro carico di batteri. Insomma, se si ha tempo di portare a spasso e prendersi cura di un animale di compagnia, gli effetti benefici per la salute di tutta la famiglia non si faranno attendere.

Fonti

Ultimo aggiornamento:26-03-2020

Ultimi articoli pubblicati