Cerca
Back Torna agli articoli
Share Save
Pasta & Co: i benefici della dieta mediterranea e perché seguirla

Riconosciuta nel 2010 patrimonio dell’Unesco, la dieta mediterranea è stata oggetto di molteplici studi epidemiologici, clinici, nutrizionali e fisiologici che hanno evidenziato, da un lato, quanto sia salutare seguirla e, dall’altro, gli effetti benefici e protettivi nei confronti delle malattie cardiovascolari. Secondo questo schema alimentare oltre l’80% dell’apporto calorico giornaliero proviene da cereali, olio d’oliva, vegetali, patate, legumi, frutta e noci, pesce e vino rosso. Il rimanente 20%, invece, da latticini e prodotti caseari, carne, uova e grasso animale.

I pilastri della dieta mediterranea
Nel tempo la dieta mediterranea è stata soppiantata dalla diffusione di cibi industriali e raffinati.
Esistono però studi scientifici che consigliano un ritorno a questo regime alimentare, valido aiuto per mangiare sano e vivere più a lungo. Vediamo quindi quali sono i suoi pilastri:

  • i cereali, meglio se integrali, favoriscono gli effetti metabolici. Un aumento di 90 mg al giorno riduce del 22% il rischio di malattie cardiovascolari, del 19% il rischio di patologie cardiache coronariche e del 12% quello di ictus.
  • l’olio d’oliva, preziosa fonte di acidi grassi monoinsaturi e polifenoli: 10 grammi al giorno riducono del 10% il rischio di malattie cardiovascolari, del 7% la mortalità per cause cardiovascolari e del 7% il rischio di malattie cardiache coronariche. Va da sé che questi vantaggi decadono se in alternativa vengono consumati surrogati, sia di origine vegetale sia animale.
  • frutta e verdura: svolgono una funzione protettiva contro malattie cardiache coronariche, ictus e, in generale, patologie cardiovascolari.

A corredo di una dieta sana non vanno dimenticate erbe e spezie, il cui compito, oltre a quello di rendere il piatto più gustoso, è quello di diminuire l’assunzione di sale.

Fonti

  • D’Alessandro A, De Pergola G., The Mediterranean Diet: its definition and evaluation of a priori dietary indexes in primary cardiovascular prevention, Int J Food Sci Nutr., volume 69, issue 6, pages 647-659, 2018.

    https://doi.org/10.1080/09637486.2017.1417978
Ultimo aggiornamento:26-03-2020

Ultimi articoli pubblicati