Icona ok L'articolo è stato aggiunto ai tuoi preferiti Icona chiudi ok
Iscriviti a Uwell per gestire la tua salute Registrati
back icon Torna agli articoli
Probiotici per curare disturbi intestinali e gonfiore

Il nostro corpo è abitato da una complessa comunità di microbi, che si trovano per lo più nel tratto gastrointestinale, noti comunemente come microbiota o flora batterica. Si tratta di una molteplice varietà di microrganismi, tra i quali si trovano i lattobacilli, gli enterobacilli, i bifidobatteri e i miceti, che hanno funzioni immunitarie, nutritive, antibiotiche, detossificanti e svolgono attività metaboliche ed enzimatiche che l’organismo umano non è in grado di compiere.

La simbiosi: fattore di equilibrio contrario alla disbiosi
La simbiosi è la relazione di equilibrio e benessere che si sviluppa tra l’individuo e il microbiota intestinale. È stato ampiamente dimostrato che questa interazione è un elemento importante per lo stato di salute dell’organismo e per la patogenesi dei disturbi gastrointestinali. Per contro invece, la disbiosi è lo squilibrio che si instaura tra il microbiota alterato e la persona che lo ospita; diversi sono i meccanismi che possono esserne la causa: alterazione della motilità gastrointestinale, ipersensibilità viscerale, disequilibrio della barriera intestinale, disfunzione dell'asse ipotalamo-intestino, infiammazione intestinale, intolleranze alimentari e distruzione della diversità della flora intestinale.

Il ruolo dei probiotici in caso di disbiosi
La disbiosi si manifesta più comunemente con forme di disagio, dolore e gonfiore addominali e può peggiorare soprattutto dopo i pasti e alla fine della giornata. Ad oggi, la causa di tutto ciò non è ancora chiara. Quando si parla di metodi alternativi per far fronte a questi disturbi, lo studio del microbiota intestinale è di grande interesse. In tale prospettiva, i probiotici si dimostrano un'opzione interessante e promettente. Questi ultimi sono microrganismi che conferiscono benefici all’individuo: la loro integrazione può aiutare a controbilanciare i meccanismi coinvolti nel gonfiore e nel fastidio addominale e ad alleviarne i sintomi associati.

I probiotici ci proteggono dai batteri e stimolano l’intestino
La natura dei probiotici spiega il loro ruolo benefico in quanto, attraverso le proprietà antimicrobiche, possono proteggerci dai batteri patogeni, stimolare le funzioni della barriera intestinale, normalizzare la peristalsi – cioè i movimenti intestinali – e ridurre l'ipersensibilità viscerale. Oggi, i probiotici rappresentano un approccio ampiamente diffuso per la gestione di fastidio e gonfiore addominali e, negli ultimi anni, sono stati pubblicati molti studi clinici, condotti a livello internazionale, che indagano i benefici di uno o più ceppi batterici.

Indicati in caso di disturbi addominali e gonfiore
In particolare, uno studio ha dimostrato che quattro settimane di somministrazione quotidiana per via orale di probiotici o fermenti lattici vivi hanno migliorato il dolore addominale rispetto al placebo. Lo stesso risultato è stato ottenuto per flatulenza e gonfiore nei pazienti adulti dopo quattro settimane di assunzione di probiotici. Tutti gli autori concordano sui benefici dell'integrazione di probiotici nei pazienti che soffrono di disturbi addominali e gonfiore. L’ultima frontiera della ricerca si è focalizzata sulla ricerca di un riscontro di quali ceppi probiotici sono rilevanti per la gestione dei disturbi gastrointestinali e le condizioni per il loro utilizzo: preparazioni, dosi di assunzione e durata della somministrazione.

Fonti

  • Drouault-Holowacz, S. et al., A double blind randomized controlled trial of a probiotic combination in 100 patients with irritable bowel syndrome. Gastroenterol, Clin. Biol., volume 32, issue 2, pages 147-152, February 2008.

    https://doi.org/10.1016/j.gcb.2007.06.001

  • Sinn, D. H. et al., Therapeutic effect of Lactobacillus acidophilus-SDC 2012, 2013 in patients with irritable bowel syndrome. Dig. Dis. Sci., volume 53, issue 10, pp 2714–2718, 2008.

    https://doi.org/10.1007/s10620-007-0196-4

  • Guglielmetti, S., et al., Randomised clinical trial: Bifidobacterium bifidum MIMBb75 significantly alleviates irritable bowel syndrome and improves quality of life - A double-blind, placebo-controlled study. Aliment. Pharmacol. Ther., volume33, issue10, 2011.

    https://doi.org/10.1111/j.1365-2036.2011.04633.x

  • Ducrotté, P., Sawant, P. & Jayanthi, V., Clinical trial: Lactobacillus plantarum 299v (DSM 9843) improves symptoms of irritable bowel syndrome, World J. Gastroenterol, volume 18, issue 30, pages 4012-4018, 2012.

    https://doi.org/10.3748/wjg.v18.i30.4012

Ultimo aggiornamento 22-10-2019

Registrati a Uwell! Ogni giorno contenuti personalizzati per condurre una vita sana