Icona ok L'articolo è stato aggiunto ai tuoi preferiti Icona chiudi ok
back icon Torna agli articoli
Fermenti lattici per riequilibrare la flora batterica

Il nostro intestino ospita miliardi di batteri buoni necessari alla salute, tuttavia, spesso, il loro naturale equilibrio è sconvolto: si parla in questo caso di disbiosi. Così anche una semplice diarrea può farci intuire che qualcosa non va.

L’alimentazione influenza il microbiota intestinale: uno studio lo dimostra
Per sentirsi meglio un’arma è costituita, per esempio, dai fermenti lattici, ossia tutti quei microorganismi naturalmente in grado di digerire il lattosio, ovvero lo zucchero contenuto nel latte. La loro presenza nell’intestino, oltre a rendere più facile la digestione dei latticini, può contribuire al riequilibrio della flora batterica intestinale. Possono essere assunti accanto a un’alimentazione completa che includa verdura cotta o cruda, per dare stimolo alla crescita dei batteri intestinali. Questa, del resto, è importante per tutto l’organismo, specie nei cambi di dieta: all’Università di Harvard (Usa), nel corso di uno studio, Peter Turnbaugh, virologo e immunologo, ha chiesto ad alcuni volontari di cambiare le proprie abitudini alimentari, avendo cura di registrare le caratteristiche della loro alimentazione abituale. I risultati hanno fatto emergere che il cambiamento di composizione della flora era particolarmente evidente nel passaggio da una dieta vegetariana a una carnivora. L’equilibrio della flora batterica intestinale, oltre che da cambiamenti di alimentazione, può inoltre essere disturbato anche da parecchi altri fattori, compresi stress, alimentazione scorretta o terapie antibiotiche.

Registrati a Uwell! Puoi ricevere ogni giorno contenuti personalizzati per imparare a condurre una vita sana e vivere meglio