Icona ok L'articolo è stato aggiunto ai tuoi preferiti Icona chiudi ok
Iscriviti a Uwell per gestire la tua salute Registrati
back icon Torna agli articoli
Influenza: trasmissione, sintomi, cure e prevenzione
Prenditi cura di chi ami
Profilo Salute Prenditi cura di chi ami

Non ricordi mai i dati medici di chi ami? Crea il loro profilo salute: conservi le info e le consulti quando serve

L’influenza è la sindrome causata dall’infezione dell’omonimo virus, di cui esistono tre tipi maggiori (A, B, C), a ciascuno dei quali appartengono numerosi sottotipi diversi. 

La trasmissione dell’influenza: per via aerea o per contatto diretto
I virus clinicamente rilevanti appartengono ai tipi A e B: tra i primi figurano quelli capaci di causare periodicamente importanti pandemie, ovvero infezioni diffuse in tutto il mondo; i secondi generano invece epidemie di scala inferiore. I virus influenzali sono tra i più contagiosi e si trasmettono per via aerea e tramite contatto diretto: starnutendo e tossendo si immettono nell’ambiente circostante numerose particelle infettanti, che possono entrare in contatto con soggetti suscettibili e trasmettersi da persona a persona, anche attraverso una stretta di mano. Una volta colpito dal virus il soggetto risulta essere contagioso dal giorno precedente la comparsa dei sintomi e per i cinque-sette giorni successivi.

I sintomi dell’influenza: non solo febbre alta
Dopo un periodo di incubazione che può variare da uno a quattro giorni, l’influenza ha di solito un esordio esplosivo: febbre alta, malessere, stanchezza, cefalea, dolori muscolari, mal di gola, tosse, congestione e secrezione nasale, disturbi gastrointestinali. In genere, i sintomi più gravi si curano in tre-otto giorni, ma tosse, malessere e astenia (sensazione di profonda stanchezza e spossatezza) possono persistere per due settimane e oltre. Prima di riprendere una piena attività fisica occorre aspettare almeno una settimana dalla scomparsa dei sintomi. Ci sono poi categorie di soggetti che possono incorrere in complicanze lungo il decorso della malattia: i bambini, con episodi di bronchiolite e i soggetti anziani o immunodepressi, con polmonite e infarto cardiaco.

Come curare l’influenza? 
Prima di iniziare qualsiasi terapia è buona norma consultare il medico per una corretta diagnosi. Sono universalmente validi i rimedi utilizzati da sempre: riposo a letto e antipiretici per la febbre, accompagnati da una adeguata idratazione. Sebbene non vi siano prove scientifiche sulla sua efficacia, un rimedio totalmente naturale che può alleviare il malessere influenzale è bere infusi o tisane calde con l’aggiunta di un cucchiaio di miele. Quest’ultimo, infatti, ha un effetto lenitivo sia sulla tosse, sia sulla gola irritata. Anche vitamina C e zinco aiutano a migliorare i sintomi; anche se non è possibile dare un’indicazione generale sulle quantità di vitamine e minerali da assumere, si può decidere, con la supervisione del proprio medico curante, di integrarli nei casi in cui la nostra dieta ne sia particolarmente carente. L’uso di specifici antivirali per il trattamento dell’influenza non è frequente: è infatti molto difficile distinguere tra i virus influenzali e para-influenzali (i sintomi sono simili);  inoltre questa terapia farmacologica risulta efficace solo se somministrata entro poche ore dalla comparsa dei sintomi. In ogni caso, prima di iniziare qualsiasi terapia è buona norma consultare il proprio medico di fiducia per avere una corretta diagnosi.

La prevenzione
Per prevenire e fermare il contagio sono cruciali le misure d’igiene. Innanzitutto, dopo essere venuti a contatto diretto con persone influenzate o con oggetti da queste manipolati è fondamentale lavarsi le mani, per almeno 30 secondi, con acqua e sapone o soluzioni igienizzanti. Inoltre, chi è colpito dall’influenza deve seguire la cosiddetta “etichetta della tosse” o igiene respiratoria: coprirsi naso e bocca con un fazzoletto quando tossisce, smaltire immediatamente il fazzoletto usato in un cestino ed evitare di uscire di casa nei primi due-tre giorni dall’inizio dei sintomi (quando il rilascio di virus è maggiore). In ogni caso la vaccinazione è lo strumento più efficace per prevenire l’influenza e le sue complicanze.

Prenditi cura di chi ami
Profilo Salute Prenditi cura di chi ami

Non ricordi mai i dati medici di chi ami? Crea il loro profilo salute: conservi le info e le consulti quando serve

Trova Farmacia
Trova farmacia Hai bisogno di una farmacia?

Ci pensa Uwell! Cerca le farmacie più vicine a te, ti indica gli orari, i servizi offerti e come arrivarci

Registrati a Uwell! Ogni giorno contenuti personalizzati per condurre una vita sana