Icona ok L'articolo è stato aggiunto ai tuoi preferiti Icona chiudi ok
Iscriviti a Uwell per gestire la tua salute Registrati
back icon Torna agli articoli
Microbiota cutaneo e probiotici per la salute della pelle

La pelle è l’organo più vasto del nostro corpo, si autorinnova continuamente e rappresenta una formidabile barriera fisica. Non è solo un’interfaccia con l’ambiente esterno, è anche un vero e proprio ecosistema composto da diversi microrganismi innocui e benefici per la nostra salute, denominati col termine di microbiota cutaneo; questo costituisce la prima linea di difesa da stress e minacce dell’ambiente esterno. Normalmente, sono presenti circa un miliardo di batteri per centimetro quadrato di pelle: queste comunità microbiche sono intimamente legate al benessere dell’individuo e all’insorgenza di patologie.

Salute della pelle e microbiota cutaneo
La salute della pelle è strettamente legata all’equilibrio dei microrganismi che la popolano: se questo microecosistema è bilanciato e diversificato, la pelle rimane in salute e viene impedita, tra l’altro, la colonizzazione da parte di microrganismi patogeni. Viceversa, una ridotta diversità nella sua composizione aumenta la reattività e sensibilità cutanea, provocando fastidi come dermatiti, acne, rosacea, ipersensibilità e disturbi cutanei. La distribuzione e la composizione del microbiota cutaneo variano in base alle sedi considerate, a seconda cioè che si tratti di viso, ascelle, inguine, piedi o altri parti del corpo e influenzano, tra l’altro, il grado di attrazione nei confronti delle zanzare. Il microbiota è infatti il principale determinante dell’odore di ciascun individuo ed è stato dimostrato che individui con una significativa abbondanza ma scarsa diversità di microbiota cutaneo risultano più “attraenti” nei confronti delle zanzare rispetto a chi ha una comunità di microrganismi più varia e meno abbondante. Il microbiota cutaneo rappresenta un prezioso sistema di protezione, che contribuisce a mantenere sano e forte il sistema immunitario, soprattutto grazie alla secrezione attiva di sostanze antibiotiche naturali (conosciute anche come batteriocine), con cui viene mantenuta così l’omeostasi infiammatoria cutanea, cioè l’equilibrio tra l’infiammazione – come meccanismo di difesa – e la sua risoluzione. Ha un ruolo sempre più importante per la salute e la prevenzione di molti fastidi.

Fattori che fanno variare il microbiota cutaneo
Come abbiamo visto, il microbiota influenza sostanzialmente il sistema immunitario e un suo disordine è associato a diverse patologie infiammatorie. Quando subisce delle alterazioni nel numero e nei rapporti tra le diverse specie di microrganismi che lo compongono, si parla di disbiosi. Età, alimentazione, fattori ambientali, stile di vita, cosmetici, saponi, prodotti igienici e idratanti sono fattori che possono determinare variazioni del microbiota cutaneo. Tra le conseguenze più comuni di un’alterazione di questo ecosistema troviamo:

  • dermatite atopica
  • pelle secca
  • prurito
  • psoriasi
  • acne
  • irritazioni
  • invecchiamento cutaneo.

Prebiotici, probiotici e i benefici per la salute della pelle
È stato dimostrato che le persone affette da psoriasi hanno un microbiota alterato a livello sia cutaneo sia intestinale. La connessione intestino-cute è stata riportata in altre numerose dermatosi, come l’acne, la dermatite atopica, la couperose, la vitiligine, le macchie cutanee e l’ittiosi. Quindi, azioni volte a migliorare la composizione del microbiota, come l’utilizzo di probiotici e prebiotici, rappresentano potenziali vie di prevenzione per una pelle sana e in salute.

 

Fonti

  • Notay, M., et al., Probiotics, Prebiotics, and Synbiotics for the Treatment and Prevention of Adult Dermatological Diseases, American Journal of Clinical Dermatology, volume 18, issue 6, pages 721–732, 2017.
  • Roudsari, M. R., et al., Health Effects of Probiotics on the Skin, Crit. Rev. Food Sci. Nutr., volume 55, issue 9, pages 1219–1240, 2015.
    https://doi.org/10.1080/10408398.2012.680078
  • Baviera G., et al., Ecosistema microbico nella cute sana e nell’eczema, Rivista di Immunologia e Allergologia Pediatrica, 1, pages 2-7, 2014. 
Prenota un videoconsulto
Fai un videoconsulto su Uwell Prenota un videoconsulto

Se hai un dubbio di salute e poco tempo, non rimandare: scegli tu quando e con chi!

Registrati a Uwell! Ogni giorno contenuti personalizzati per condurre una vita sana