Cerca
Back Torna agli articoli
Share Save
Miele e limone per la tosse: quali sono i rimedi naturali per il mal di gola

Il miele e il limone sono tra i rimedi naturali più utilizzati e conosciuti per combattere la tosse e lenire il mal di gola: scopriamo tutte le loro proprietà e caratteristiche.

La tosse e il mal di gola: due mali di stagione da non sottovalutare

L'inverno è alle porte e tosse e mal di gola sono i primi mali di stagione che coinvolgono milioni di adulti e bambini. Per quanto possano sembrare trascurabili, i sintomi associati non devono essere sottovalutati, perché possono persistere fino a diventare patologie acute. Tosse e gola irritata colpiscono grandi e piccoli in questa stagione influenzando la qualità della vita, ma anche quella del sonno. Fortunatamente, i rimedi sono tanti: primo fra tutti il miele, consigliato dalla nonna, e presente anche in tanti altri prodotti disponibili in farmacia come integratori o farmaci da banco. Il miele è un alimento da sempre utilizzato per ridurre e alleviare questi fastidiosi disturbi, un vero alleato in questa stagione.

Il miele: che cos'è e quali sono le sue proprietà

Il miele è un alimento prodotto dalle api e, in misura minore, da altri insetti imenotteri. È una sostanza zuccherina ottenuta, grazie a diverse tecniche di estrazione, dal nettare dei fiori o della melata (secrezioni di alcune piante). La tipologia di miele determina anche la sua densità: tipicamente è di colore giallo ambrato, ma esistono alcune varianti, come il miele bianco o il miele biondo. In base alla provenienza del nettare si trovano in commercio diverse tipologie di miele, come quello mille fiori, di castagno, di acacia, ecc.
In complesso il miele è composto da 181 sostanze, contiene molti composti bioattivi oltre agli zuccheri, tra cui proteine e vari antiossidanti, vitamine – in particolare vitamina C e complesso B – e minerali.
Le tantissime proprietà scoperte lo rendono uno dei più validi alleati per la tosse e il mal di gola.

Miele per il mal di gola e la tosse: perché fa bene e come usarlo

Gli scopi terapeutici del miele risalgono a tempi antichissimi, ma solo successivamente sono state scoperte anche le proprietà antibatteriche di questo alimento. I suoi benefici hanno nel tempo assunto una valenza scientifica, tanto che recenti trial clinici lo hanno indicato come trattamento efficace per la tosse in caso di infezioni respiratorie acute.
L’uso del miele come rimedio naturale per la tosse non è dunque, come si potrebbe ritenere, solo il classico consiglio della nonna, ma ha dalla sua precisi dati scientifici: secondo le linee guida per la gestione della tosse acuta in adulti e bambini superiori a 5 anni, emanate quest’anno nel Regno Unito dal National Institute for Health and Care Excellence (NICE) e dal Publich Health England (PHE), alcune evidenze suggeriscono che il miele possa produrre qualche beneficio contro la tosse e che possa essere utilizzato nel trattamento della tosse acuta.
È emerso infatti che il miele attiva un meccanismo positivo per la tosse; inoltre, in generale, sembra che molte sostanze dolci diano sollievo dalla tosse. È ipotizzabile, quindi, che anche il gusto dolce del miele possa avere un vero e proprio ruolo nelle proprietà antitussive, come riportato nel 2016 da Kantar e Ghezzi in una rassegna della letteratura dedicata al miele e all’Althaea officinalis. Questa proprietà è coerente con l’ipotesi, discussa da Eccles nel 2006, che le sostanze dolci possano agire contro la tosse grazie a un’azione sulla produzione di sostanze oppioidi a livello cerebrale che, per l’appunto, sono dotate di proprietà antitussive.
Le sostanze dolcificanti, inoltre, sembrerebbero avere proprietà analgesiche ed emollienti tali da influenzare anche le secrezioni delle mucose che rivestono la gola e, dunque, lenire la tosse secca oppure variare le caratteristiche del muco. Queste evidenze scientifiche confermano che il miele è un ottimo alleato nella riduzione sia dell’entità dei sintomi della tosse che della loro frequenza.
Il miele è utile anche per ridurre le irritazioni che provocano il mal di gola e presenta un profilo di sicurezza eccellente, anche per questo è raccomandato in molti casi. Tuttavia, nei bambini è consigliata l’assunzione solo a partire dal primo anno di vita per scongiurare casi di botulismo infantile dovuti alla presenza di spore del microrganismo Clostridium botulinum.

Come assumere miele e limone per curare la tosse

Per curare la tosse, una delle ricette vincenti è a base di miele e limone: così si legge anche nelle autorevoli linee guida citate in precedenza. Un po' di miele, magari stemperato con acqua calda e limone, può davvero ridurre la frequenza della tosse e alleviare i sintomi, anche per quanto riguarda la tosse acuta.
Dunque, accanto ai vari medicinali da banco per la tosse che contengono miele, quest’ultimo può essere assunto con limone e acqua calda: basterà spremere mezzo limone in una tazza di acqua bollente, aggiungere da 1 a 2 cucchiaini di miele, e bere la bevanda ottenuta ancora calda.
Se i sintomi persistono è bene sentire il proprio medico curante, e se si desidera un rimedio più efficace e/o con un effetto tempestivo, si può ricorrere anche ai farmaci da banco.

I benefici dell’Althaea officinalis per il trattamento della tosse

Altre evidenze scientifiche segnalano che tra gli alleati per il trattamento della tosse c'è anche l’Althaea officinalis: l'associazione del miele con l'estratto dalle radici di Althaea officinalis – una pianta appartenente alla famiglia delle Malvaceae, che agisce favorevolmente sulla funzionalità delle mucose dell'apparato respiratorio e dà benessere della gola. Un “duo” naturale che può aiutarci durante tutto l’inverno!

Fonti

Ultimo aggiornamento:12-06-2020

Ultimi articoli pubblicati