Icona ok L'articolo è stato aggiunto ai tuoi preferiti Icona chiudi ok
Iscriviti a Uwell per gestire la tua salute Registrati
back icon Torna agli articoli
Prebiotici GOS e FOS: dove si trovano e a cosa servono
Prenditi cura di chi ami
Profilo Salute Prenditi cura di chi ami

Non ricordi mai i dati medici di chi ami? Crea il loro profilo salute: conservi le info e le consulti quando serve

I galatto-oligosaccaridi (GOS) e i frutto-oligosaccaridi (FOS) sono delle fibre formate da catene di zuccheri che, se assunte in quantità adeguate, svolgono un’azione prebiotica; non essendo direttamente digerite dallo stomaco, arrivano immodificate a livello del colon e favoriscono la crescita e lo sviluppo di alcuni “batteri buoni”.

Dove si trovano i GOS e i FOS
I GOS sono costituiti da polimeri di fruttosio e galattosio, presenti in natura nei cereali, negli ortaggi e nei legumi. In modo analogo, i FOS sono polimeri di fruttosio riscontrabili nei fagioli, nel frumento, nelle cipolle, nei porri, nella cicoria e nei carciofi. Queste fibre alimentari sono idrosolubili e a contatto con l’acqua formano soluzioni viscose, che procurano un senso di sazietà, oltre a ridurre l’assorbimento di zuccheri e grassi. Nel colon, GOS e FOS vengono fermentati prevalentemente dai bifidobatteri sostenendo la crescita di questi “batteri buoni” e favorendo quindi un’azione di riequilibrio della flora intestinale, oltre che la motilità dell’intestino. Negli ultimi anni, queste fibre prebiotiche hanno fatto la loro comparsa sugli scaffali dei supermercati, entrando anche nella composizione di alcuni alimenti per i lattanti. La formulazione di prodotti per i più piccoli, arricchiti da questi ingredienti, è stata motivata dalla loro capacità di favorire lo sviluppo di una flora batterica più ricca di bifidobatteri e lattobacilli, che hanno benefici sul sistema immunitario e ostacolano la crescita di germi patogeni.

Sì ai prebiotici GOS e FOS, ma senza eccedere
I polimeri di zuccheri GOS e FOS richiamano acqua nell’intestino e vengono fermentati dai batteri presenti, migliorando il benessere intestinale. Tuttavia, se ingeriti in quantità eccessive, questa attività fermentativa può provocare la formazione di gas, talvolta scarsamente tollerata, fino ad arrivare, nei casi estremi, alla comparsa di meteorismo, dolori addominali e diarrea. A maggior ragione, nelle persone con sindrome da colon irritabile, è consigliabile non eccedere con i dosaggi di prebiotici assunti. Un apporto graduale di fibre prebiotiche può permettere di saggiarne la buona tollerabilità.

Prenditi cura di chi ami
Profilo Salute Prenditi cura di chi ami

Non ricordi mai i dati medici di chi ami? Crea il loro profilo salute: conservi le info e le consulti quando serve

Trova Farmacia
Trova farmacia Hai bisogno di una farmacia?

Ci pensa Uwell! Cerca le farmacie più vicine a te, ti indica gli orari, i servizi offerti e come arrivarci

Registrati a Uwell! Ogni giorno contenuti personalizzati per condurre una vita sana