Icona ok L'articolo è stato aggiunto ai tuoi preferiti Icona chiudi ok
Iscriviti a Uwell per gestire la tua salute Registrati
back icon Torna agli articoli
Raggi UVA e UVB: i pericoli per la pelle e gli occhi
Cerca medico
Prenota online visita Hai bisogno di uno specialista?

Cerca lo specialista che ti serve e prenota online la tua visita

I raggi ultravioletti, comunemente indicati con l’acronimo UV, sono una parte di raggi luminosi emessi dal sole e da alcune fonti artificiali, con un’energia superiore alla banda del violetto, la più energetica visibile dall’occhio umano.

Tre diverse tipologie di raggi: UVA, UVB, UVC
I raggi ultravioletti non sono tutti uguali. Sempre sulla base del loro contenuto energetico, si distinguono in raggi UVA, UVB e UVC. Non tutti arrivano sulla superficie terrestre, e quelli che arrivano non lo fanno tutti allo stesso modo. Fortunatamente gli UVC, i più energetici e quindi potenzialmente i più dannosi per noi, vengono completamente assorbiti dallo strato di ozono atmosferico. Gli UVB e gli UVA, invece, sono in grado di penetrare lo schermo degli strati più alti dell’atmosfera, rispettivamente in una percentuale del 15-20% e del 55-60%.

Quando siamo più protetti e quando meno
Esistono diversi fattori che possono influenzare ulteriormente la nostra esposizione agli ultravioletti A e B. Le nuvole spesse e fitte sono per esempio un ottimo schermo, quindi in giornate nuvolose siamo relativamente al riparo. Se però andiamo in alta montagna, lo strato di atmosfera che i raggi devono attraversare per arrivare fino a noi è minore, e quindi siamo più a rischio. Lo stesso ragionamento vale per l’ora del giorno, la stagione e la latitudine: il rischio massimo è a mezzogiorno, d’estate, vicino all’equatore. È minimo nelle ore mattutine e serali, d’inverno e spostandosi verso i poli terrestri.

La reazione fisiologica della pelle ai raggi ultravioletti
UVA e UVB agiscono direttamente sulla melanina, il pigmento prodotto dalle cellule della pelle, ma in modo diverso. I primi attivano la melanina già presente negli strati cutanei superficiali e per questo producono un’abbronzatura che arriva rapidamente, ma che altrettanto rapidamente scompare; i secondi invece stimolano la produzione di nuova melanina: l’effetto è un forte incremento – nell’arco di alcuni giorni – dell’abbronzatura, che tende a essere piuttosto duratura.

I rischi per la salute
Fin qui non ci sarebbe nulla di pericoloso da imputare ai raggi ultravioletti: si tratta infatti di effetti del tutto fisiologici. Anzi, nel caso specifico dei raggi UVB, l’esposizione porta la pelle a scurirsi e a diventare più spessa, aiutandola così a proteggersi da ulteriori raggi UV. Quello che preoccupa è invece il fatto che gli UVA sono in grado di penetrare profondamente negli strati della pelle, determinandone una perdita di elasticità e un invecchiamento prematuro. Studi sempre più numerosi segnalano inoltre che entrambe le tipologie di raggi ultravioletti possono promuovere i tumori della pelle, secondo meccanismi ancora non del tutto compresi.

Raggi UV, un pericolo anche per gli occhi
Mentre i raggi UVB sono completamente assorbiti dalla cornea, lo strato più superficiale dell’occhio, gli UVA possono arrivare in minima percentuale fino alla retina. Questa esposizione può innescare danni quali la cataratta corticale, cioè l’opacizzazione dei bordi del cristallino o lo pterigio, cioè la crescita anomala di tessuto della congiuntiva, la membrana che ricopre il bulbo oculare. UVA e UVB rappresentano quindi un rischio per la salute della pelle e degli occhi. La raccomandazione per l’estate è dunque quella di non esporsi al sole nelle ore più calde, usare una crema protettiva ad alto fattore di protezione e indossare il più possibile gli occhiali da sole.

Fonti

Ultimo aggiornamento 23-10-2019
Cerca medico
Prenota online visita Hai bisogno di uno specialista?

Cerca lo specialista che ti serve e prenota online la tua visita

Prenditi cura di chi ami
Profilo Salute Prenditi cura di chi ami

Non ricordi mai i dati medici di chi ami? Crea il loro profilo salute: conservi le info e le consulti quando serve

Registrati a Uwell! Ogni giorno contenuti personalizzati per condurre una vita sana