Icona ok L'articolo è stato aggiunto ai tuoi preferiti Icona chiudi ok
Iscriviti a Uwell per gestire la tua salute Registrati
back icon Torna agli articoli
Rinite allergica in primavera:  cause, sintomi e rimedi

La rinite allergica è uno dei problemi più frequenti nella popolazione generale, in particolare in primavera. Approfondiamone cause, manifestazioni, diagnosi e approcci terapeutici.

Quali sono le cause e i sintomi della rinite allergica?
La rinite allergica è un disturbo infiammatorio caratterizzato da quattro manifestazioni principali: starnutazione, prurito, congestione e secrezione nasale (rinorrea), arrossamento oculare. Questi sintomi sono l’effetto di una mucosa nasale infiammata a causa della reazione allergica scatenata da uno o più allergeni. In primavera, i più comuni sono i pollini, in particolare quelli legati a graminacee e parietaria. Gli allergeni capaci di scatenare rinite allergica sono comunque molto numerosi e non tutti hanno cadenza stagionale: basti pensare agli acari della polvere, alle muffe, al pelo di alcuni animali domestici. Inoltre, l’inquinamento e le polveri sottili possono fungere da fattori precipitanti (ovvero favoriscono l’insorgere del sintomo) ed esacerbanti delle manifestazioni allergiche.

Come distinguere la rinite allergica da quella non allergica
Vari possono essere i tipi di rinite: solo perché un caso di infiammazione nasale insorge in un periodo “a rischio”, come può essere quello primaverile, nel quale le forme legate ad allergeni quali i pollini sono molto frequenti, non significa che deve essere automaticamente classificato come rinite allergica. Esempi di rinopatie da causa alternativa sono: le forme infettive (specialmente virali), quelle irritative da agenti chimico-fisici ambientali, le forme ormonali, quelle da farmaci, le forme granulomatose (come da poliposi nasale) e l’elenco potrebbe continuare.
Anamnesi ed esame obiettivo sono cruciali per capire qual è la tipologia del disturbo poiché possono far propendere o meno verso esami ulteriori come, per esempio, le prove allergiche. Sono da valutare, in particolare, la modalità di comparsa della rinite, la durata dei sintomi, la stagionalità e i fattori precipitanti. Manifestazioni cliniche acute e di breve durata sono, per esempio, di rado di natura allergica. Gli elementi che orientano il medico verso diagnosi alternative sono deviazione del setto nasale, linfonodi del collo ingrossati, tonsille gonfie, perdita di sangue e/o pus dal naso: tutte manifestazioni collegate a patologie diverse rispetto alla rinite allergica.

Qualche indicazione sui rimedi per la rinite allergica: farmaci topici e sistemici
La gestione della rinite allergica dal punto di vista terapeutico dipende dal quadro clinico, che può andare dalle forme lievi intermittenti a quelle gravi persistenti. L’approccio più utilizzato per individuare la terapia può essere definito “a gradini”, poiché si basa su un aumento progressivo della complessità del trattamento: le opzioni in campo sono molteplici e le stesse linee guida più recenti evidenziano come vi siano ancora molti quesiti clinici senza una risposta definitiva.
A grandi linee, gli antistaminici nasali e orali di seconda generazione possono essere usati in tutte le forme di rinite allergica. A questi possono esser associati gli spray nasali decongestionanti, consigliati però solo per brevi periodi in caso di marcata ostruzione nasale. Nelle forme lievi persistenti o moderate/gravi intermittenti una valida opzione terapeutica, anche in monoterapia, è rappresentata dai farmaci corticosteroidi per via nasale.
I farmaci per via inalatoria hanno il vantaggio di raggiungere subito il sito d’azione e avere solitamente meno effetti indesiderati generalizzati rispetto ai farmaci assunti per via sistemica, cioè per bocca o per via iniettiva. Inoltre possono essere meglio tollerati da chi ha paura degli aghi e difficoltà a deglutire le compresse. Spetta comunque allo specialista la scelta definitiva a seconda del quadro clinico, delle caratteristiche del soggetto allergico e delle preferenze dello stesso.

 

Fonti

Armadietto medicinali
Armadietto dei medicinali Sai che farmaci hai a casa?

Salvali nel tuo armadietto digitale: controlli i foglietti illustrativi e vieni avvisato quando stanno per scadere

Registrati a Uwell! Ogni giorno contenuti personalizzati per condurre una vita sana