Icona ok L'articolo è stato aggiunto ai tuoi preferiti Icona chiudi ok
Iscriviti a Uwell per gestire la tua salute Registrati
back icon Torna agli articoli
Spazzolino, dentifricio, collutorio per l'igiene orale

La carie dentale è una malattia molto diffusa in tutto il mondo. Tuttavia, l’impegno quotidiano nel mantenere le corrette condizioni igieniche dei denti e del cavo orale può ridurre in modo significativo il rischio di questa malattia e di altri problemi gengivali connessi (ad esempio gengiviti). Nel tempo è inoltre poi dimostrato come la componente genetica giochi un ruolo fondamentale: alcuni soggetti sono più predisposti rispetto ad altri nell’incorrere in queste patologie.

L’uso corretto dello spazzolino
Il primo intervento di prevenzione è quello che abbiamo imparato fin da bambini: spazzolarsi i denti regolarmente riduce infatti il rischio di carie del 78%. C’è però modo e modo di lavarsi i denti: qual è il metodo corretto? L’efficacia della pulizia non dipende dalla forza applicata: al contrario, non bisogna esercitare una pressione elevata, perché si rischia di rovinare lo smalto dentale con le setole; allo stesso tempo un corretto movimento dello spazzolino migliora ulteriormente la pulizia. In ogni caso vale la pena acquistare uno spazzolino elettrico, a testina tonda e a movimento oscillante, perché è rimuove una maggior quantità di placca rispetto allo spazzolino normale.

Dentifricio, collutorio e filo interdentale
Come gli spazzolini, anche i dentifrici non sono tutti uguali; quelli al fluoro danno infatti più risultati. Leggendo l’elenco degli ingredienti si può inoltre andare alla ricerca di quelli contenenti calcio amorfo o fosfato di calcio, due sostanze che impediscono la demineralizzazione dello smalto, il processo che favorisce l’insorgenza della carie. Anche l’uso (parsimonioso) del collutorio, specialmente se a base di clorexidina, può essere d’aiuto, anche se non è mai sostitutivo dello spazzolino. L’igiene orale infine deve concentrarsi anche sugli spazi tra i denti, punti difficili da raggiungere con lo spazzolino e in cui la placca si accumula più facilmente. Per questo può essere utile l’uso del filo interdentale e, quando lo spazio tra i denti lo consente, dello scovolino. Un consulto con il dentista di fiducia saprà chiarire i dubbi su quali strumenti siano più indicati per ognuno di noi.

Ultimo aggiornamento 11-10-2019
Prenditi cura di chi ami
Profilo Salute Prenditi cura di chi ami

Non ricordi mai i dati medici di chi ami? Crea il loro profilo salute: conservi le info e le consulti quando serve

Registrati a Uwell! Ogni giorno contenuti personalizzati per condurre una vita sana