Icona ok L'articolo è stato aggiunto ai tuoi preferiti Icona chiudi ok
back icon Torna agli articoli
Tosse notturna persistente: come calmarla con il miele

La tosse è un disturbo molto comune a tutte le età. È un riflesso difensivo dell’organismo dovuto all’irritazione delle mucose respiratorie: insorge quando una sostanza o una particella estranea entra a contatto con queste mucose, ostacolando le vie aeree. Come possono testimoniare i genitori, che rimangono svegli tutta la notte per cercare di dare sollievo ai piccoli, è un disturbo particolarmente fastidioso durante l’infanzia. Nel tentativo di alleviarlo, spesso si ricorre a farmaci da banco.

Il miele: un nettare dalle molteplici proprietà
Un alleato, completamente naturale, potrebbe essere il miele, il nettare prodotto dalle api, noto fin dall’antichità per le sue numerose proprietà e per il suo valore nutrizionale. Un cucchiaino raso di miele la sera prima di coricarsi può essere utile per mettere “a dormire” anche la tosse: le evidenze infatti suggeriscono che una singola dose di miele (2,5ml) prima di andare a dormire, contribuisce a diminuire la tosse, la secrezione di muco e il fastidio percepito grazie alle proprietà emollienti e antiossidanti. A corredo di queste proprietà benefiche, il miele può anche avere effetti antimicrobici. Le proprietà benefiche del miele sono legate principalmente agli zuccheri che aumentano la salivazione, hanno un effetto emolliente e quindi lenitivo, hanno proprietà adesive: la viscosità fa in modo che la preparazione rimanga adesa alla mucosa delle prime vie aeree.

Registrati a Uwell! Puoi ricevere ogni giorno contenuti personalizzati per imparare a condurre una vita sana e vivere meglio