Cerca
Back Scopri di più
Share Save
Visita oculistica per i bambini e il primo controllo

Lo sviluppo delle capacità visive nel bambino avviene in modo progressivo nei primi 12 mesi di vita, durante i quali il piccolo inizia a distinguere nitidamente colori, volti ed oggetti. L’acutezza visiva completa viene raggiunta entro il quarto anno di età ed è proprio in questo periodo che la maggior parte dei genitori si accorge di eventuali problemi di vista del proprio bambino.

Quali sono i difetti visivi più comuni in età pediatrica?

I difetti visivi più frequenti nei bambini in età prescolare sono:

  • strabismo nei bambini: è un allineamento anomalo degli assi visivi di uno o di entrambi gli occhi. Può essere laterale, nel caso in cui l’occhio sia rivolto verso il naso o verso la tempia, oppure verticale nel caso in cui l’occhio sia rivolto verso l’alto o verso il basso. Il bambino che soffre di strabismo può avere mal di testa o torcicollo a causa di una postura scorretta, adottata per compensare il difetto visivo. La correzione dello strabismo avviene generalmente tramite l’uso degli occhiali.
  • miopia nei bambini: è un difetto di rifrazione dell’occhio, per cui l’immagine visiva degli oggetti lontani risulta sfuocata, mentre quella degli oggetti vicini è nitida. Spesso il bambino strizza gli occhi per riuscire a vedere da lontano. La miopia tende ad avere uno sviluppo progressivo nel corso degli anni, per cui la gradazione delle lenti correttive sarà costantemente rivalutata dallo specialista.
  • ambliopia nei bambini: conosciuta anche come “occhio pigro”, è una riduzione della capacità visiva che interessa nella maggior parte dei casi un occhio solo. Si manifesta generalmente nei bambini con forte differenza di miopia o strabismo tra i due occhi. Negli ambliopi, il cervello elabora l’input visivo prediligendo l’occhio da cui arrivano le immagini con qualità migliore a discapito dell’altro occhio che si “impigrisce”. La diagnosi precoce dell’occhio ambliope permette, nella maggior parte dei casi, una risoluzione di questo difetto visivo grazie all’uso temporaneo di occhiali correttivi.

Per la correzione di eventuali difetti visivi in età pediatrica viene privilegiato l’uso degli occhiali rispetto a quello delle lenti a contatto, soprattutto per motivi di praticità. Non sono note controindicazioni sull’uso delle lenti a contatto in età pediatrica, ma l’impiego di questo strumento risulta certamente complesso in bambini di età inferiore ai 10 anni. L’uso delle lenti a contatto ha mostrato una grande utilità nei bambini che praticano sport consentendo una migliore qualità visiva anche durante la pratica sportiva. Fino agli 8-9 anni l’applicazione delle lenti a contatto viene fatta dal genitore, che può essere educato dallo specialista per ottimizzare questa esperienza.

I primi anni di vita: fondamentali per la vista del bambino

Il primo controllo visivo viene effettuato già alla nascita con l’impiego di una luce diretta all’occhio, che individua l’assenza di patologie della retina. Dopo questo primo controllo ci sono ulteriori successive tappe in cui è consigliabile far valutare la vista: 

  • al nono mese di vita, periodo in cui l’acutezza visiva si sta evolvendo;
  • intorno due-tre anni, un momento particolarmente importante per l’individuazione precoce dell’“occhio pigro”. A questa età inoltre l’oculista pediatrico può eseguire una visita completa con la collaborazione del bimbo; 
  • a partire dai cinque-sei anni, il bambino inizia la scuola ed è in grado di riconoscere lettere e numeri. In questo modo lo specialista può identificare con precisione eventuali difetti di rifrazione presenti, come la miopia. 

Nel bambino, dai 6 anni in poi, una visita oculistica di controllo annuale è raccomandata, non solo per curare al meglio i problemi visivi, ma anche per garantire al piccolo un adeguato sviluppo dell’apprendimento e una prevenzione ottimale di eventuali patologie visive dell’età adulta. 

Fonti

  • Committee on Practice and Ambulatory Medicine, Section on Ophthalmology. American Association of Certified Orthoptists; American Association for Pediatric Ophthalmology and Strabismus; American Academy of Ophthalmology, Eye examination in infants, children, and young adults by pediatricians. Pediatrics. 2003 Apr; volume 111, issue 4 Pt 1, pages 902-7.

    https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/12671132
  • Canadian Paediatric Society, Vision screening in infants, children and youth, Pediatr Child Health., volume 14, issue 4, pages 246-248, 2009.

    https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC2690539/
Ultimo aggiornamento:25-06-2020

Ultimi articoli pubblicati