Icona ok L'articolo è stato aggiunto ai tuoi preferiti Icona chiudi ok
Iscriviti a Uwell per gestire la tua salute Registrati
back icon Torna agli articoli
Vitamine per bambini: quali sono e come integrarle
Trova Farmacia
Trova farmacia Hai bisogno di una farmacia?

Ci pensa Uwell! Cerca le farmacie più vicine a te, ti indica gli orari, i servizi offerti e come arrivarci

Gli integratori vitaminici per bambini, contenenti una o più vitamine, rientrano nella categoria degli integratori alimentari, destinati a dare un supporto alla dieta giornaliera. Sono una fonte concentrata di nutrienti e possono comprendere sia integratori di un singolo nutriente, sia associazioni di nutrienti, come vitamine e minerali. La loro funzione è aiutare il corretto funzionamento e la normale fisiologia dell’organismo, con lo scopo di migliorare lo stato di salute.

Cosa sono e a cosa servono le vitamine?
Le vitamine, per gli adulti come per i bambini, sono sostanze indispensabili al corretto funzionamento di alcune funzioni del nostro corpo. Non possono essere prodotte dall’organismo, per cui devono necessariamente essere assunte con la dieta o sintetizzate partendo da fattori esterni all’organismo stesso, come l’esposizione alla luce del sole (vitamina D), o per mezzo della flora batterica intestinale (vitamina K).

Le vitamine permettono o facilitano processi specifici, come per esempio:

  • le vitamine del gruppo B, che permettono di utilizzare l’energia derivata dai cibi;
  • la vitamina K, indispensabile alla corretta coagulazione del sangue;
  • la vitamina D, che serve a fissare il calcio nelle ossa;
  • le vitamine A, C ed E, che hanno funzione antiossidante e proteggono quindi cellule e tessuti.

Effetti della carenza di vitamine
La quantità minima di vitamine indispensabile perché il nostro organismo funzioni bene è di solito assicurata da una dieta varia ed equilibrata. Quando però i nutrienti assunti non sono sufficienti, possono verificarsi degli stati carenziali, che possono portare a piccoli disturbi, fino a vere e proprie malattie come il rachitismo (dato dalla carenza di vitamina D), lo scorbuto (carenza di vitamina C), il beri-beri (carenza di vitamina B1), la pellagra (carenza di vitamina PP), l’anemia (è il caso delle carenze di acido folico e vitamina B12). Alcune di queste malattie ormai si riscontrano di rado nei paesi occidentali, ma una dieta poco variegata e sbilanciata può comunque portare a stati di carenza iniziale.

Integratori per bambini: quando è utile assumerli
Quando si sospetta la carenza di uno o più nutrienti, sia per la comparsa di sintomi specifici, sia perché la dieta è priva di alcuni alimenti, sarebbe meglio iniziare a correggere le abitudini alimentari del bambino, cercando di aumentare l’apporto vitaminico che deriva dai cibi. Alcuni prodotti alimentari in commercio sono fortificati con una o più vitamine; queste informazioni sono riportate in etichetta e, per essere inserite, devono essere conformi alle indicazioni che provengono dall’Unione Europea. Se la dieta da sola non assicura il quantitativo indispensabile di vitamine, può essere utile, possibilmente su indicazione del pediatra curante, un integratore vitaminico. Gli integratori disponibili possono fornire una singola vitamina o un’associazione di vitamine che, in genere, sono sufficienti a coprire il fabbisogno quotidiano di quel dato nutriente. Questo dato è in genere riportato in etichetta.

Vitamine per bambini: quali benefici?
Il supplemento di vitamine può produrre benefici nei bambini, supportando lo sviluppo dell’intelligenza e delle abilità cognitive: è quanto emerge da alcuni studi. Nei bambini che non assumono abbastanza nutrienti con la loro dieta, questi prodotti possono colmare alcune lacune alimentari, anche in assenza di sintomi specifici di carenza vitaminica. Anche se i dati scientifici sull’argomento sono ancora pochi e non conclusivi, l’integrazione con multivitaminici in bambini che non assumono una quantità adeguata di nutrienti con la dieta sembra anche ridurre il rischio di contrarre infezioni, come per esempio le otiti, ed essere di aiuto nei bambini con disturbi comportamentali o affetti da disturbo dello spettro autistico. Attenzione, però, alle dosi: alcune vitamine, assunte in dosi eccessive, possono creare problemi alla salute. Alcuni studi per esempio sembrano mostrare un aumentato rischio di asma e di allergie alimentari in bambini che avevano assunto integratori multivitaminici durante il periodo neonatale. Per questa ragione sarebbe sempre meglio chiedere consiglio al proprio pediatra.

Ultimo aggiornamento 26-08-2019
Trova Farmacia
Trova farmacia Hai bisogno di una farmacia?

Ci pensa Uwell! Cerca le farmacie più vicine a te, ti indica gli orari, i servizi offerti e come arrivarci

Prenditi cura di chi ami
Profilo Salute Prenditi cura di chi ami

Non ricordi mai i dati medici di chi ami? Crea il loro profilo salute: conservi le info e le consulti quando serve

Registrati a Uwell! Ogni giorno contenuti personalizzati per condurre una vita sana