Icona ok L'articolo è stato aggiunto ai tuoi preferiti Icona chiudi ok
Iscriviti a Uwell per gestire la tua salute Registrati
back icon Torna agli articoli
Dopamina: come funziona la chimica della felicità
Trova Farmacia
Trova farmacia Hai bisogno di una farmacia?

Ci pensa Uwell! Cerca le farmacie più vicine a te, ti indica gli orari, i servizi offerti e come arrivarci

La dopamina è un importante neurotrasmettitore, prodotto in una regione specifica del nostro cervello, che svolge numerose e importanti funzioni vitali. La sua scoperta è avvenuta recentemente, nel 1957, grazie ai due neuroscienziati svedesi Nils-Åke Hillarp e Arvid Carlsson, rispettivamente del dipartimento di istologia e di farmacologia dell’Università di Lund (Svezia). A quest’ultimo, grazie alle sue scoperte sul sistema dopaminergico, è stato conferito nel 2000 il Premio Nobel per la medicina.

Cos’è la dopamina
La dopamina è un importante neurotrasmettitore, deputato a diverse funzioni; un messaggero chimico che fa parte della famiglia delle catecolamine, composti chimici derivanti dall’aminoacido tirosina. Noradrenalina e adrenalina, assieme alla dopamina, sono le più importanti catecolamine presenti nel sistema nervoso centrale: regolano i cambiamenti fisiologici generali e preparano il corpo alla risposta ad uno stimolo o ad un'attività fisica. Alcuni effetti tipici del loro operato sono: l’aumento della frequenza cardiaca, della pressione e dei livelli di glucosio nel sangue, vasocostrizione e dilatazione dei bronchi.

Come agisce la dopamina
In seguito agli impulsi nervosi, la dopamina viene rilasciata dalle terminazioni nervose e svolge la sua funzione di neurotrasmettitore, grazie all’attivazione di specifiche proteine presenti sulla superficie dei neuroni. Sono stati individuati cinque tipi diversi di recettori dopaminergici: D1, D2, D3, D4 e D5. La risposta prodotta dalla dopamina dipende dal tipo di recettore dopaminergico, che viene coinvolto. La dopamina rilasciata negli spazi sinaptici viene quindi velocemente ricaptata dalle cellule nervose attraverso un trasportatore specifico per questa molecola. I suoi livelli sono generalmente regolati dal sistema nervoso. I neuroni che la producono sono presenti in una regione del cervello, chiamata substantia nigra. I recettori della dopamina sono tra i bersagli farmacologici più validati per curare disturbi neuropsichiatrici e neurodegenerativi, come la schizofrenia e la malattia del Parkinson e sono potenziali bersagli per altri fastidi, come la dipendenza da sostanze d’abuso, la depressione, la sindrome di Tourette e il disturbo da deficit di attenzione e iperattività.

Le funzioni della dopamina
La dopamina è una sostanza che svolge numerose e importanti funzioni a livello cerebrale. Infatti, controlla il movimento, la memoria, l’attenzione, il comportamento, la cognizione, l’umore, la sensazione di piacere, i meccanismi della ricompensa, la regolazione del sonno e la produzione di prolattina. A livello dell'apparato gastrointestinale, è responsabile delle sensazioni di nausea e vomito, controlla la motilità intestinale ed è coinvolta nel rilascio dell’insulina, l’ormone che regola i livelli di zuccheri nel sangue (glicemia). È fondamentale per consentire un corretto equilibrio dell'attività motoria e per stimolare la memoria a breve termine, che ci consente di immagazzinare ed elaborare dati e concetti fondamentali nelle nostre attività quotidiane. Adeguati livelli di dopamina migliorano non solo la memoria, ma soprattutto la concentrazione, grazie a un sistema per il mantenimento temporaneo e per la manipolazione dell’informazione durante l’esecuzione di differenti compiti, come la comprensione, l’apprendimento e il ragionamento. Se i livelli di dopamina diminuiscono o aumentano, la memoria comincia a risentirne. Oltre alla memoria, molte altre sono le funzioni cognitive legate a questa molecola, pensiamo solo al ragionamento, alla comprensione, all’apprendimento, alla capacità di risolvere i problemi. La sensazione di piacere, però, è sicuramente la funzione più nota: è in grado infatti di rilasciare una percezione di benessere psicofisico e profondo appagamento. Così come la serotonina, è in grado di influire sul tono dell'umore, determinando uno stato di generale benessere psicofisico.

In sostanza, il sistema dopaminergico è molto affascinante, ma anche estremamente complesso. Tutto ciò che ci dà piacere, come ad esempio il cibo, la musica, una passeggiata o un tramonto, è in grado di suscitare una sensazione di appagamento e di gratificazione, aumentando i livelli di dopamina. Quando questa molecola viene rilasciata, crea una sensazione di piacere e ricompensa, che favorisce la ripetizione di specifici comportamenti. Per contro, una produzione di livelli bassi di dopamina è connessa a una scarsa motivazione ed entusiasmo, ma anche a distrazione e incapacità nel concentrarsi.

Trova Farmacia
Trova farmacia Hai bisogno di una farmacia?

Ci pensa Uwell! Cerca le farmacie più vicine a te, ti indica gli orari, i servizi offerti e come arrivarci

Prenditi cura di chi ami
Profilo Salute Prenditi cura di chi ami

Non ricordi mai i dati medici di chi ami? Crea il loro profilo salute: conservi le info e le consulti quando serve

Registrati a Uwell! Ogni giorno contenuti personalizzati per condurre una vita sana