Icona ok L'articolo è stato aggiunto ai tuoi preferiti Icona chiudi ok
Iscriviti a Uwell per gestire la tua salute Registrati
back icon Torna agli articoli
Educazione alimentare nei bambini: indicazioni per i genitori
Prenditi cura di chi ami
Profilo Salute Prenditi cura di chi ami

Non ricordi mai i dati medici di chi ami? Crea il loro profilo salute: conservi le info e le consulti quando serve

Lo sviluppo delle preferenze alimentari non è innato. Nel primo anno di vita il bambino si nutre quasi esclusivamente di latte. Successivamente, le scelte dettate da genitori e società condizionano il modo in cui il bambino impara a scegliere cosa e come mangiare. Nelle società più sviluppate, la disponibilità di alimenti particolarmente  gustosi e con elevato contenuto calorico ha in parte sbilanciato il modo in cui il bambino tende ad alimentarsi. Una dieta basata su questi alimenti, tuttavia, può portare, da un lato, a sovrappeso e obesità e, dall’altro, a carenze alimentari.
Educare all’alimentazione sin dalla prima infanzia significa informare e insegnare a mangiare bene. La promozione di un corretto stile di vita nei bambini infatti è il primo passo per ottenere e conservare benessere e salute sia durante l’infanzia che, più tardi, nella vita adulta.

Le figure coinvolte nell’educazione alimentare dei bambini e il loro ruolo
Come in altri aspetti dell’educazione, le figure coinvolte sono numerose.
I genitori sono i primi protagonisti nella costruzione delle abitudini alimentari di un bambino. Questo implica che tutta la famiglia deve mangiare in modo sano ed equilibrato: in casa devono essere presenti prodotti freschi e i bambini dovrebbero essere coinvolti nella preparazione del cibo. Sarebbe bene che la famiglia ritagliasse dei momenti per i pasti: colazione, spuntini, pranzo e cena devono essere consumati al tavolo, con i ritmi giusti, evitando distrazioni. Tutti i membri della famiglia devono poi consumare alimenti sani e la proposta culinaria deve essere gustosa ma variegata, evitando di rifugiarsi sempre nei cibi che il bambino mangerà sicuramente.
Diversi studi hanno sottolineato che la scuola riveste un ruolo importante per insegnare ai più piccoli quali siano gli effetti del cibo sulla salute. Varie sono le iniziative scolastiche che incoraggiano l’assunzione di frutta e verdura e promuovono l’attività fisica. Conoscere il cibo, la sua provenienza e come viene processato, imparare cosa scegliere sui banchi del mercato ed educare al gusto sono strategie che possono essere utilizzate in ambito scolastico. Lo stimolo può arrivare anche da compagni e insegnanti, che possono aiutare il bambino a migliorare le abitudini alimentari instaurate tra le mura di casa, grazie anche alle mense scolastiche, dove l’offerta alimentare è in genere equilibrata e nutrizionalmente corretta.
Alimentazione, attività fisica e impegni extra-scolastici sono fortemente correlati: un bambino annoiato può infatti rifugiarsi nel cibo e nella sedentarietà. Il bambino deve anche poter sviluppare molteplici interessi. Questi non devono essere necessariamente strutturati, ma spesso le attività extra-scolastiche diventano centrali. Educatori, animatori o allenatori diventano così figure di riferimento. I momenti di convivialità possono essere quindi uno spunto per promuovere stili di vita salutari.
L’alimentazione, tuttavia, si presta bene alla diffusione di informazioni scorrette o di falsi miti: medici e nutrizionisti hanno dunque il compito di promuovere e divulgare contenuti scientificamente corretti. Il pediatra di famiglia, in particolare, può essere punto di riferimento per genitori ed educatori.

Varietà nell’offerta alimentare e niente tv: quali errori è bene evitare
I bambini non mangiano tutti nello stesso modo: alcuni preferiscono fare spuntini frequenti, altri gradiscono mangiare di più durante i pasti principali, alcuni tendono a scegliere sempre gli stessi cibi, altri ancora amano variare. Un adulto quindi può far fatica a capire quanto abbia mangiato un bambino. Tuttavia, specie quando sono piccoli, i bambini tendono ad autoregolare le quantità di cibo che assumono. È quindi sbagliato forzare un bambino a mangiare più di quanto vorrebbe, paragonare le porzioni dei bambini con quelle degli adulti, o proporre sempre cibi che il bambino mangia per golosità in grandi quantità.
Sarebbe meglio offrire sempre alimenti diversi, senza scoraggiarsi se il bambino inizialmente non li apprezza. Peraltro, non si può pensare che i bambini mangeranno costantemente frutta e verdura se in famiglia questi alimenti non vengono abitualmente consumati. Il pasto non deve essere consumato frettolosamente, al solo scopo di riempirsi la pancia. La televisione, salvo eccezione, deve essere spenta durante il pasto, e tutti devono partecipare. Il menù da offrire deve essere uno, evitando piatti diversi per ogni componente della famiglia. L’educazione alimentare, infatti, passa dal modo in cui abitualmente si consumano i pasti in casa.

Perché educare sin da piccoli
Buona parte delle abitudini che si costruiscono nell’infanzia sono conservate anche nella vita adulta: questo è vero sia per gli stili di vita salutari, sia per quelli sbagliati. Una corretta alimentazione sin dalla prima infanzia costruisce le fondamenta di quella che sarà l’alimentazione e lo stile di vita del bambino più grande e dell’adulto che diventerà.
Ma quello pedagogico è solo uno degli aspetti del problema: il bambino è un organismo in crescita che si plasma durante gli anni. Il nostro corpo si costruisce in base a ciò che mangiamo sin da piccoli: il numero di cellule di grasso per esempio si stabilisce durante l’infanzia e un bambino in sovrappeso sarà con buona probabilità un adulto in sovrappeso o obeso, con i gravi rischi alla salute che questo comporta.

Fonti

Ultimo aggiornamento 25-10-2019
Prenditi cura di chi ami
Profilo Salute Prenditi cura di chi ami

Non ricordi mai i dati medici di chi ami? Crea il loro profilo salute: conservi le info e le consulti quando serve

Trova Farmacia
Trova farmacia Hai bisogno di una farmacia?

Ci pensa Uwell! Cerca le farmacie più vicine a te, ti indica gli orari, i servizi offerti e come arrivarci

Registrati a Uwell! Ogni giorno contenuti personalizzati per condurre una vita sana