Icona ok L'articolo è stato aggiunto ai tuoi preferiti Icona chiudi ok
Iscriviti a Uwell per gestire la tua salute Registrati
back icon Torna agli articoli
Latte vaccino nella dieta bilanciata: fabbisogno e alternative

Le linee guida nutrizionali consigliano un consumo quotidiano di latte vaccino, possibilmente fresco e di alta qualità, per controllare il corretto apporto di grassi di cui il nostro corpo ha bisogno. Si tratta di un alimento importante, per i bambini in particolare, ma anche per gli adulti, se assunto con moderazione all’interno di una dieta equilibrata. Il latte contiene infatti numerosi nutrienti, fra cui proteine di alto valore biologico, che soddisfano il fabbisogno di aminoacidi dell’organismo e, allo stesso tempo, hanno un’elevata digeribilità. Tra i minerali presenti, invece, oltre al calcio vanno segnalati il fosforo, il potassio, il magnesio, lo zinco e il selenio.  Il latte contiene anche vitamina D e quelle del gruppo B.

Le dosi del latte vaccino: a ognuno quella giusta
Questa bevanda è indicata per i bambini e gli adolescenti, perché aiuta il processo di crescita e di sviluppo. È particolarmente utile anche alle donne in menopausa, alle quali fornisce un apporto di calcio che combatte l’osteoporosi. Le giuste dosi variano a seconda dei soggetti: i bambini ne possono bere in maggiore quantità, anche a più riprese nell’arco della giornata; per gli adulti, invece, si consiglia la classica tazza di latte a colazione, oppure prima di andare a letto, ma non di accompagnarlo al pranzo o alla cena. Durante l’assunzione inoltre è importante controllare l’apporto calorico, che aumenta in modo significativo se al latte si abbinano dolci o sostanze come zucchero e cacao per insaporire. Per le donne in menopausa, infine, la dose può essere raddoppiata a due volte al giorno.

Le alternative al latte vaccino a seconda delle diverse necessità
Chi soffre di intolleranze può ricorrere al latte senza lattosio, mentre chi non può assumere del tutto il latte vaccino può contare su valide alternative per raggiungere un buon apporto di calcio. Tra queste segnaliamo alimenti come le sardine, l’aringa, i crostacei e i molluschi, oltre a frutta e verdura come asparagi, cicoria, cavoli, broccoli, indivia, bieta, fichi, semi di sesamo, mandorle, soia. La lista si conclude con farina di segale, avena e amaranto in chicchi, anche questi ultimi particolarmente ricchi di calcio.

Ultimo aggiornamento 27-09-2019
Trova Farmacia
Trova farmacia Hai bisogno di una farmacia?

Ci pensa Uwell! Cerca le farmacie più vicine a te, ti indica gli orari, i servizi offerti e come arrivarci

Registrati a Uwell! Ogni giorno contenuti personalizzati per condurre una vita sana