Icona ok L'articolo è stato aggiunto ai tuoi preferiti Icona chiudi ok
back icon Torna agli articoli
Mindfulness e smartglass per potenziare il cervello

La sinergia fra tecnologia e neuroscienza può migliorare la connessione tra benessere fisico e psicologico. Come? Attraverso il potenziamento neurocognitivo, basato su un insieme di tecniche che consentono di sfruttare le potenzialità del nostro cervello, tramite l’uso di farmaci, stimolazioni non invasive (elettrofisiologiche e biomedicali), allenamento e plasticità corticale, mental training e pratiche di meditazione, con l’eventuale supporto di device indossabili, come gli smartglass.

Applicazioni high-tech insegnano a modulare l’ansia
All’Università Cattolica di Milano e Brescia, per esempio, da tempo si stanno studiando applicazioni high-tech per un supporto al potenziamento neurocognitivo. La modulazione dell’ansia, componente ben nota della quotidianità, può per esempio migliorare grazie alle pratiche di mindfulness come la meditazione, che lavorano sulla consapevolezza e in particolare sulla regolazione dell’attenzione, delle emozioni e del sé. Gli smartglass possono potenziare queste pratiche, offrendo vantaggi rispetto ai metodi tradizionali, più complessi da imparare e applicare. Gli smartglass, attraverso un’app attivabile sullo smartphone, coinvolgono le persone in esercizi quotidiani di mindfulness, dando feedback immediati che permettono di rinforzare le competenze che si stanno allenando.

Con gli smartglass si impara più velocemente
È dimostrato che chi li usa impara più facilmente e velocemente gli esercizi da compiere, poiché dal device ottiene un riscontro immediato della loro efficacia. Questo aumenta la motivazione e instaura un circolo virtuoso, nel quale la mente viene spinta ad autopotenziarsi. La sinergia tra device e tecniche di mindfulness porta dunque a un’implementazione delle funzionalità di corpo e cervello, aiutando entrambi a rispondere in modo più funzionale agli stimoli ambientali. Può nel contempo ridurre i livelli di ansia e stress e aumentare l’energia mentale e della performance. Per ottenere il risultato migliore, però, è necessario un atteggiamento attivo e propositivo da parte di chi si accosta a tali tecniche. L’investimento cognitivo non avviene infatti senza sforzo e questo può diventare un punto critico e far venir meno la motivazione e l’interesse.

Registrati a Uwell! Puoi ricevere ogni giorno contenuti personalizzati per imparare a condurre una vita sana e vivere meglio