Cerca
Back Torna agli articoli
Share Save
Pressione bassa: definizione, cause e sintomi

La pressione bassa, nota anche come ipotensione, è una condizione che si verifica quando i valori della pressione arteriosa sono più bassi rispetto ai valori considerati normali. Le linee guida suggeriscono che i valori ottimali della pressione arteriosa sono: 120 mmHg per la massima e 80 mmHg per la minima. I valori pressori, tuttavia, possono variare continuamente: alcune condizioni come la posizione del corpo, il ritmo del respiro, lo stress, la condizione fisica generale, l’eventuale assunzione di farmaci, il tipo di alimentazione e l’orario della giornata possono influire sui normali valori della pressione del sangue. La pressione arteriosa, di solito, è più bassa di notte e si rialza bruscamente al risveglio. La pressione bassa può provocare stanchezza, spossatezza, affaticamento e sensazione di svenimento ed è più frequente durante i mesi caldi. Fattori come, ad esempio, l’esercizio fisico intenso e lo stato emotivo contribuiscono a farla abbassare.

I sintomi e le cause della pressione bassa

A soffrire di pressione bassa possono essere indistintamente uomini, donne e bambini. Generalmente, la pressione arteriosa si abbassa maggiormente durante i mesi estivi per effetto del caldo che favorisce la dilatazione dei vasi sanguigni, dell’eccessiva sudorazione, della scarsa idratazione, della perdita di liquidi. Tra i sintomi più frequenti dell’abbassamento della pressione troviamo stanchezza, spossatezza, affaticamento, nausea, offuscamento della vista e sensazione di svenire. L’insorgenza dei sintomi può essere dovuta a svariate condizioni:

  • esercizio fisico intenso
  • dieta povera di minerali
  • scarsa idratazione
  • ciclo mestruale abbondante nelle donne
  • anemia da carenza di ferro
  • caldo eccessivo
  • ambienti troppo umidi
  • malessere fisico
  • sudorazione
  • cambiamenti repentini della postura (come alzarsi di scatto da una posizione sdraiata).

Altre cause, collegate all’uso di alcuni farmaci o condizioni patologiche, possono includere: diarrea, malattie intestinali croniche, dosaggio non corretto di farmaci per la pressione alta.

Alimenti che alzano la pressione bassa

L’alimentazione può giocare un ruolo importante per evitare di essere sorpresi da un abbassamento repentino della pressione. Tra le principali norme da rispettare, è consigliato bere costantemente durante la giornata, ma è bene evitare di bere bevande alcoliche, perché possono provocare vasodilatazione e aumentare il rischio di disidratazione; è opportuno aggiungere un po' di sale in più ai cibi (sempre con moderazione!), evitare pasti troppo abbondanti e ricchi di carboidrati, alzarsi lentamente da tavola al termine dei pasti. Gli alimenti e/o le bevande che consentono un rapido innalzamento della pressione sono:

  • liquirizia
  • caffè
  • cacao.

Per aumentare la pressione arteriosa, i sali minerali possono aiutare, soprattutto magnesio e potassio. Per questo motivo possiamo privilegiare alcuni alimenti, tra cui:

  • patate
  • albicocche secche
  • barbabietola
  • prugne secche
  • uva passa
  • fagioli
  • zucca
  • banana.

Mentre per il magnesio è bene assumere:

  • noci brasiliane
  • crusca d’avena
  • riso integrale
  • anacardi
  • spinaci
  • mandorle
  • cioccolato amaro
  • pistacchi.

Infine, ricordiamo che è possibile ricorrere all’uso di integratori a base di sali minerali, come magnesio e potassio, e vitamine, soprattutto in presenza di anemia da carenza di ferro, in quanto utili alla sintesi di emoglobina (vitamina B12 e acido folico) e all’assorbimento di ferro in caso di aumentato fabbisogno (vitamina C), e quando l’apporto con la dieta risulta essere scarso. Ricordiamo che carenze di vitamina B12 e acido folico possono provocare anemia e, di conseguenza, contribuire ad abbassare la pressione; la vitamina C favorisce l'assorbimento di ferro e dunque può contribuire a mantenere normali i livelli di pressione; il magnesio è utile soprattutto per ridurre stanchezza e affaticamento e, contribuendo all’equilibrio elettrolitico, può aiutare a mantenere la pressione normale.

Fonti

Ultimo aggiornamento:19-08-2020

Ultimi articoli pubblicati