Cerca
Back Torna agli articoli
Share Save
Punti neri: cause, trattamento e prevenzione

I punti neri sono delle impurità della pelle: chiamati anche comedoni aperti, sono causati dalla dilatazione e dall’apertura dei comedoni chiusi, o punti bianchi, un tipo di acne non infiammatoria che si manifesta soprattutto sul viso.
I punti neri sono causati soprattutto dalla seborrea, una disfunzione delle ghiandole sebacee che porta a una iperproduzione di sebo, ma insorgono soprattutto durante l’adolescenza e sono più evidenti nelle zone dove si trovano molte ghiandole sebacee (guance, naso, schiena).
I punti neri possono evolvere in infiammazioni oppure rimanere così per lungo tempo, senza cambiare.

Le cause dei punti neri

I punti neri si manifestano quando si aprono i punti (o comedoni) bianchi, delle masse oleose che si concentrano nei follicoli piliferi, le formazioni che affondano nell’epidermide e dove si trovano i nostri peli. Quando i comedoni bianchi, a causa dell’aumento del loro contenuto oleoso, si aprono, il contatto con l’aria ne provoca l’ossidazione e acquistano il tipico colore scuro. Il punto nero assume questo colore anche a causa del contatto con agenti inquinanti presenti nell’atmosfera o per una scarsa pulizia della pelle.
Oltre alla seborrea, vi sono altre condizioni che provocano la comparsa di punti neri. Tra queste troviamo:

  • mancanza di una regolare pulizia del viso e della pelle 
  • uso di alcuni cosmetici molto grassi e oleosi.

Per questo motivo si raccomanda, soprattutto a chi è maggiormente soggetto all’insorgenza di punti neri, di pulirsi regolarmente il viso con prodotti specifici ed evitare trucchi o cosmetici troppo grassi.
In ogni caso, non è facile determinare un’unica causa responsabile dei punti neri, perché in molti casi questo inestetismo è causato da un insieme di tutti questi fattori già presi in considerazione.

Trattamento e prevenzione dei punti neri

Il punto nero è considerato un inestetismo davvero fastidioso e, soprattutto tra gli adolescenti che ne soffrono di più, è visto come qualcosa di penalizzante per il proprio aspetto fisico. Questa insofferenza verso i punti neri porta ad affidarsi a rimedi fai da te, che come risultato spesso hanno quello di peggiorare la situazione. La nostra pelle può essere grassa, secca o mista, ogni individuo ha un tipo di pelle diverso e i rimedi fai da te non prendono in considerazione questo aspetto. Meglio quindi rivolgersi agli specialisti.
Tra i rimedi più diffusi troviamo:

  • Utilizzare cosmetici: alcuni prodotti esfolianti possono aiutare a controllare o rimuovere l’eccesso di sebo. Esistono anche dei cerotti che possono aiutare a rimuovere i punti neri;
  • Sottoporsi a trattamenti estetici: alcuni trattamenti, come l’applicazione di una maschera o il peeling chimico, favoriscono l’esfoliazione e il ricambio delle cellule dell’epidermide del viso;
  • Assumere farmaci: in caso di persistenza dei punti neri si possono assumere alcuni medicinali (sotto consiglio medico) a base di acido retinoico, che riduce la produzione di sebo. 
  • Schiacciare i punti neri: anche se genera una certa soddisfazione riuscire a espellere il contenuto adiposo del punto nero, farlo da soli potrebbe peggiorare la situazione e causare infezioni. Per questo motivo, è meglio affidarsi a centri specialistici che possono rimuovere i punti neri in ambienti puliti e con strumenti sterili.

Per prevenire o almeno cercare di limitare la comparsa di punti neri, è utile mantenere pulita la pelle con un’igiene regolare e usando prodotti specifici. Non è consigliabile lavarsi la faccia troppo spesso, perché anche un eccesso di pulizia potrebbe causare un’eccessiva produzione di sebo. Il sebo è importante per la nostra pelle perché la protegge dalle irritazioni: lavarsi troppo spesso potrebbe essere interpretato dal nostro organismo come un’aggressione e potrebbe indurre la pelle a produrre più sebo per proteggersi. Inoltre, vanno evitati prodotti troppo aggressivi e se utilizzate latte detergente o acqua micellare per struccarvi, ricordatevi di risciacquarvi sempre il viso e di non lasciare questi prodotti sulla pelle.
Se si soffre di punti neri può essere utile sottoporsi a una regolare pulizia del viso presso i centri specializzati: in questo modo si possono eliminare le impurità e limitarne l’insorgenza.

Fonti

Ultimo aggiornamento:01-08-2020

Ultimi articoli pubblicati