Cerca
Back Torna agli articoli
Share Save
Visita ginecologica: perché è importante

La visita ginecologica è molto importante per tutte le donne e a tutte le età: spesso rimandata per via di paura, ansia o imbarazzo, dovrebbe essere fatta regolarmente.

Perché è importante fare la visita ginecologica?

La ginecologia è la branca della medicina che si occupa dell’apparato genitale femminile, e i ginecologi sono uno dei migliori alleati della salute della donna dall’inizio dell’età fertile fino alla menopausa, nonché i medici che, insieme agli ostetrici, hanno il compito di accompagnarla nel periodo della gravidanza. Ai ginecologi ci si rivolge per disturbi che non vanno mai considerati banali, per prevenire e curare patologie più serie e per affrontare con serenità la sessualità e le sue trasformazioni nelle diverse fasi della vita.
Il ginecologo si occupa infatti della cura dei disturbi all’apparato genitale femminile, come per esempio l’irregolarità del ciclo mestruale. Valuta lo stato di salute degli organi genitali esterni (vagina e vulva) e interni (utero e ovaie), nonché del seno; inoltre, dà suggerimenti su come mettere in atto misure anticoncezionali, con spiegazioni chiare e semplici sui vari metodi contraccettivi, ma anche su come esaudire il sogno di diventare genitori nel caso di problemi di fertilità. Fornisce chiarimenti sui cambiamenti che si verificano nel corpo di una donna, sugli aspetti della vita sessuale e su come prevenire il rischio di contrarre malattie a trasmissione sessuale (MTS).

Ogni quanto fare una visita ginecologica?

L’intervallo tra una visita e l’altra varia molto tra una donna e l’altra, e dipende molto dal tipo di controllo che si intende fare. Ad esempio, l’American College of Obstetricians and Gynecologists (ACOG) ha riportato che, sebbene oltre il 50% delle visite di carattere preventivo per donne dai 18 anni in su sia stato di tipo ostetrico-ginecologico, esse erano concentrate prevalentemente sullo screening per il cancro alla cervice e al seno.
L’ACOG raccomanda visite ginecologiche periodiche annuali, anche se i singoli componenti di questa visita (es. screening per il cancro alla cervice) potrebbero non essere indicati ogni anno. Il controllo periodico dovrebbe includere la valutazione degli organi sessuali femminili, la consulenza sull’eventuale desiderio di una futura gravidanza o sulla necessità di contraccezione, l’attuazione di programmi di screening e immunizzazioni basate sull'età e sui fattori di rischio.

Come prepararsi alla visita ginecologica?

L’anamnesi completa è uno degli aspetti più importanti di una visita ginecologica e include:

  • la storia clinica e chirurgica (non solo ginecologica) della donna e della sua famiglia; 
  • descrizione della sintomatologia attuale (come frequenza, durata e abbondanza del ciclo mestruale);
  • la descrizione dell’eventuale terapia farmacologica in atto;
  • ulteriori informazioni, comprese domande sulla salute riproduttiva, sessuale e mentale.

L’acquisizione di una anamnesi completa e accurata dà importanti informazioni riguardo determinati componenti dell'esame fisico, incluso l'esame mammario o pelvico, e se sono indicati in quella particolare visita: ad esempio, ACOG raccomanda l’esame pelvico e mammario solo quando indicato da anamnesi o sintomi. Inoltre, alcuni fattori e comportamenti di rischio hanno un profondo effetto negativo sulla salute della donna e dovrebbero essere analizzati durante la visita ginecologica. Il fumo, la cattiva alimentazione e la mancanza di attività fisica sono associati a malattie cardiovascolari, diabete di tipo 2 e diversi tipi di cancro; tali condizioni causano una morbilità significativa e sono le principali cause di mortalità negli Stati Uniti. Questi comportamenti possono anche contribuire a condizioni frequentemente trattate da ostetrici e ginecologi (come irregolarità mestruali, sindrome dell'ovaio policistico, infertilità, carcinoma endometriale, mammario e cervicale) e possono aumentare il rischio di complicanze materno-fetali in una ipotetica gravidanza.
Alcuni argomenti specifici che a volte vengono trascurati, ma che dovrebbero essere affrontati durante le visite, includono la salute delle ossa, i sintomi vulvovaginali e la salute sessuale. Un altro componente chiave della visita ginecologica per una donna in età fertile è lo sviluppo e la discussione del suo piano di vita riproduttiva, in modo tale da fornire esami e trattamenti in linea con i suoi piani attuali e futuri. Una discussione su un piano di vita riproduttivo include la consulenza pre-gravidanza, la valutazione dell'eventuale infertilità e l'intera gamma di opzioni contraccettive.

Il ginecologo svolge un ruolo critico nell’incoraggiare le donne e nel facilitare comportamenti salutari e una vasta gamma di pratiche sanitarie preventive efficaci. Esiste poi una grande variabilità nel modo in cui questi servizi sono offerti tra i sistemi di erogazione dell'assistenza sanitaria e i professionisti, ma è importante sottolineare che la prevenzione è fondamentale nell’assistenza primaria e preventiva per le donne, e questo non deve affatto spaventare né allontanare le pazienti, a nessuna età.

Fonti

Ultimo aggiornamento:27-04-2020

Ultimi articoli pubblicati